Aziende speciali: la revoca dell’Amministratore spetta al Giudice amministrativo

Aziende speciali: la revoca dell’Amministratore spetta al Giudice amministrativo

La natura pubblicistica dell’Azienda speciale, che la rende strettamente compenetrata all’Ente Locale, configura un modello organizzativo di gestione dei servizi e funzioni amministrative considerabile alla stregua di una “Amministrazione parallela”, e cioè una struttura inquadrata organicamente nella più ampia organizzazione pubblicistica dell’Ente pubblico. Si tratta dunque di un modello alternativo all’azionariato pubblico, benché finalizzato anch’esso alla gestione di servizi pubblici di rilevanza economica.

Sulla base di tale impostazione, il Consiglio di Stato con la Sentenza n. 4435/2017, ha accolto il ricorso di un ex Amministratore unico di un’Azienda speciale avverso il provvedimento di revoca dall’incarico, ritenendo la fattispecie

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Welfare”: al via intesa Governo-Comuni-Terzo Settore per impegnare chi beneficia di sostegno al reddito in attività socialmente utili

Con il Comunicato-stampa 28 gennaio 2015, l’Anci ha illustrato il nuovo accordo tra Ministero del Lavoro, Comuni e “Terzo Settore”

Revisori Enti Locali: i contenuti delle “Linee guida” della Corte dei conti per il Questionario al rendiconto della gestione 2014

La Corte dei conti, con la Deliberazione n. 13/Aut/2015/Inpr, approvata nell’Adunanza del 9 marzo 2015, pubblicata sulla G.U. n. 87

Affidamento diretto di “servizi pubblici locali” e “strumentali”: le Direttive del Parlamento europeo sul Modello “in-house providing”

Nell’ambito dei modelli di gestione dei “servizi pubblici locali” e dei “servizi strumentali”, l’istituto dell’affidamento diretto è ammissibile solo nel