Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Nell’Ordinanza n. 10705 del 3 maggio 2017 della Corte di Cassazione, la controversia in esame ha ad oggetto la risoluzione per inadempimento del contratto di appalto (e non la valutazione della legittimità dell’esercizio del potere dell’Ente appaltante), che in quanto tale è caratterizzata da contenuto puramente patrimoniale e non si estende anche al potere d’intervento riservato alla Pubblica Amministrazione per la tutela di interessi generali. Il petitum sostanziale di tale controversia, che è quello al quale occorre aver riguardo ai fini del riparto di giurisdizione, appare infatti chiaramente incentrato sulla fase dell’esecuzione dell’appalto e non incide sull’esercizio dei poteri discrezional-valutativi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Tarsu: impugnabilità dell’avviso di pagamento

Nella Sentenza n. 16952 del 19 agosto 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici osservano che il ruolo, secondo la

Processo tributario: anche l’avviso bonario è impugnabile davanti al Giudice tributario

Nell’Ordinanza n. 15957 del 28 luglio 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno affermato che, in tema

Subappalto: l’indicazione dell’Impresa subappaltatrice in sede di gara non sostituisce la procedura di autorizzazione al subappalto

Nella Sentenza n. 219 del 21 gennaio 2015 del Tar Lombardia, la ricorrente ha impugnato la revoca dell’aggiudicazione definitiva e