Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Controversia sulla risoluzione di un contratto di appalto per inadempimento: giurisdizione del Giudice ordinario

Nell’Ordinanza n. 10705 del 3 maggio 2017 della Corte di Cassazione, la controversia in esame ha ad oggetto la risoluzione per inadempimento del contratto di appalto (e non la valutazione della legittimità dell’esercizio del potere dell’Ente appaltante), che in quanto tale è caratterizzata da contenuto puramente patrimoniale e non si estende anche al potere d’intervento riservato alla Pubblica Amministrazione per la tutela di interessi generali. Il petitum sostanziale di tale controversia, che è quello al quale occorre aver riguardo ai fini del riparto di giurisdizione, appare infatti chiaramente incentrato sulla fase dell’esecuzione dell’appalto e non incide sull’esercizio dei poteri discrezional-valutativi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Piano regolatore: non commettono abuso d’ufficio il Sindaco e l’Assessore che non si astengono in sede di approvazione

Non commettono abuso d’ufficio il Sindaco e l’Assessore all’Urbanistica che non si astengono in sede di approvazione del Piano regolatore

“730 precompilato”: l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulla Dichiarazione

L’Agenzia delle Entrate – Direzione centrale Servizi ai contribuenti, ha fornito, con la Circolare n. 11/E del 23 marzo 2015,

Appalti: se richiesta dal bando, la copia sottoscritta del capitolato di gara dev’essere depositata a pena di esclusione

È prassi comune per gli Enti pubblici quella di richiedere ai concorrenti di una gara pubblica anche la produzione, nella