Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Il quesito:

Il corrispettivo per il servizio di Tesoreria rientra nel regime di esenzione ex art. 10 del Dpr. n. 633/72, oppure deve essere considerato imponibile Iva al 22%?

La risposta dei ns. esperti:

Salvo che non vengano richiesti particolari servizi, solitamente la Tesoreria comunale svolge un servizio Iva esente ex art. 10, n. 1), del Dpr. n. 633/72. Nel caso specifico, l’oggetto del contratto con la Vs. Tesoreria è “…complesso delle operazioni inerenti la gestione finanziaria del Comune e, in particolare la riscossione delle entrate e il pagamento delle spese facenti capo al Comune…

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Variazione in bilancio: rispetto dei principi contabili

Nella Delibera n. 122 del 13 aprile 2015 della Corte dei conti Campania, il parere attiene alla possibilità per l’Ente

Reddito di lavoro dipendente: soggetto a tassazione il maggior rimborso chilometrico percepito dal lavoratore

  L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 92/E del 30 ottobre 2015, ha risposto ad un quesito posto da

Patto di stabilità: disponibile il Modello per la richiesta degli spazi finanziari previsti dal “Decreto Enti Locali”

Con una Nota pubblicata sul proprio sito istituzionale il 22 giugno 2015 il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ragioneria