Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Il quesito:

Il corrispettivo per il servizio di Tesoreria rientra nel regime di esenzione ex art. 10 del Dpr. n. 633/72, oppure deve essere considerato imponibile Iva al 22%?

La risposta dei ns. esperti:

Salvo che non vengano richiesti particolari servizi, solitamente la Tesoreria comunale svolge un servizio Iva esente ex art. 10, n. 1), del Dpr. n. 633/72. Nel caso specifico, l’oggetto del contratto con la Vs. Tesoreria è “…complesso delle operazioni inerenti la gestione finanziaria del Comune e, in particolare la riscossione delle entrate e il pagamento delle spese facenti capo al Comune…

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Arriva la proroga ex post per la “Dichiarazione Iva 2017”: considerati tempestivi gli invii fatti entro il 3 marzo 1017

Con un Comunicato-stampa diramato il 1° marzo 2017, quindi un giorno dopo il termine ultimo per l’invio telematico della “Dichiarazione

“Terzo Settore”, Impresa sociale e disciplina del Servizio civile universale: in G.U. la Legge-delega per la riforma

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 141 del 18 giugno 2016, ed è in vigore dal prossimo 3 luglio 2016,

Processo di internalizzazione del “Servizio farmaceutico” e vincoli di spesa

Nella Delibera n. 78 del 14 dicembre 2015 della Corte dei conti Liguria, il parere in esame riguarda la materia