Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Corrispettivo per il servizio di Tesoreria: è esente o imponibile Iva al 22%?

Il quesito:

Il corrispettivo per il servizio di Tesoreria rientra nel regime di esenzione ex art. 10 del Dpr. n. 633/72, oppure deve essere considerato imponibile Iva al 22%?

La risposta dei ns. esperti:

Salvo che non vengano richiesti particolari servizi, solitamente la Tesoreria comunale svolge un servizio Iva esente ex art. 10, n. 1), del Dpr. n. 633/72. Nel caso specifico, l’oggetto del contratto con la Vs. Tesoreria è “…complesso delle operazioni inerenti la gestione finanziaria del Comune e, in particolare la riscossione delle entrate e il pagamento delle spese facenti capo al Comune…

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Revisori Enti Locali: deliberate dalla Corte dei conti le “Linee guida” per il Questionario al rendiconto della gestione 2016

La Corte dei conti – Sezione delle Autonomie, con la Deliberazione n. 6/SezAut/2017/Inpr, approvata nell’Adunanza del 30 marzo 2017, depositata

Notifica: in caso di irreperibilità assoluta del destinatario vale l’affissione dell’avviso nell’Albo del Comune per 8 giorni

Nella Sentenza n. 5122 del 16 marzo 2016 della Corte di Cassazione, i Giudici rilevano che l’art. 60, comma 1,

Appalti: modalità ed entità del versamento dei contributi in sede di gara

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 45 del 23 febbraio 2018 la Delibera n. 1300 del 20 dicembre 2017 dell’Autorità