Detraibilità dell’Iva sui carburanti: individuate le forme di pagamento idonee

Detraibilità dell’Iva sui carburanti: individuate le forme di pagamento idonee

Con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 4 aprile 2018, in applicazione dell’art. 19-bis, comma 1, lett. d), del Dpr. n. 633/72, è stato stabilito che, ai fini delle detrazione dell’Iva relativa alle spese per l’acquisto di carburanti e lubrificanti per autotrazione, si considerano idonei a provare l’avvenuta effettuazione delle operazioni i seguenti mezzi di pagamento:

  1. a) gli assegni, bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali di cui, rispettivamente, al Regio decreto n. 1736/33 e al Dpr. n. 144/01;
  2. b) quelli elettronici previsti all’art. 5 del Dlgs. n. 82/05, secondo le linee guida emanate dall’Agenzia per l’Italia digitale con Determinazione 22 gennaio 2014, n. 8/2014, punto 5, tra cui, a titolo meramente esemplificativo:

– addebito diretto;

– bonifico bancario o postale;

– bollettino postale;

– carte di debito, di credito, prepagate ovvero di altri strumenti di pagamento elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

I medesimi mezzi di cui alle lett. a) e b) del punto 1 sono idonei a consentire anche la deducibilità della spesa ai sensi del Dpr. n. 917/86.

Tra le motivazioni viene ricordato che, a seguito dell’introduzione, da parte dell’art. 1, comma 923, della Legge n. 205/17 (“Legge di bilancio 2018”), a decorrere dal 1° luglio 2018, di una serie di limitazioni alla detraibilità dell’Iva relativa all’acquisto di carburanti e lubrificanti destinati ad aeromobili, natanti da diporto e veicoli stradali a motore, sono state individuate le forme di pagamento qualificato ritenute idonee dal Legislatore.

Esse troveranno applicazione anche nelle ipotesi in cui, sulla scorta di specifici accordi, il pagamento avvenga in un momento diverso rispetto alla cessione, come accade ad esempio per le carte utilizzate nei contratti di c.d. “netting”, laddove il gestore dell’impianto di distribuzione si obbliga verso la Società petrolifera ad effettuare cessioni periodiche o continuative in favore dell’utente, il quale utilizza, per il prelievo, un Sistema di tessere magnetiche rilasciate direttamente dalla Società petrolifera (si vedano, al riguardo, le Circolari Agenzia delle Entrate n. 205/E del 12 agosto 1998 e n. 42/E del 9 novembre 2012).

Tale Sistema è da considerarsi valido anche a seguito delle novità introdotte dalla “Legge di bilancio 2018” in tema di cessioni di carburanti, ma solo qualora i rapporti tra gestore dell’impianto di distribuzione e Società petrolifera, nonché tra quest’ultima e l’utente, siano regolati con gli strumenti di pagamento indicati nelle lett. a) e b) del Provvedimento in commento.

Parimenti, restano validi i sistemi, comunque denominati, di carte (ricaricabili o meno), nonché di buoni, che consentono al cessionario l’acquisto esclusivo di carburanti con medesima aliquota Iva, quando la cessione/ricarica, documentata dalla fattura elettronica di cui all’art. 1, comma 917, della stessa Legge n. 205/17, sia regolata con gli stessi strumenti di pagamento sopra richiamati.

Nel rispetto del Dpr. n. 917/86, le forme di pagamento qualificato individuate nel presente provvedimento sono da considerarsi altresì idonee ai fini della deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi di reddito.

 


Related Articles

Canile municipale e Parco fluviale: gli incassi devono essere fatturati?

Il testo del quesito: “Abbiamo un dubbio riguardante gli incassi derivanti dalla gestione del Canile municipale. Il Servizio è affidato

Mutui Enti Locali: in G.U. i tassi da applicare su quelli a tasso variabile per il II semestre 2015

  E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 172 del 20 luglio 2015 il Decreto 20 luglio 2015, con il quale

Appalti: la mancata produzione della domanda di partecipazione non costituisce cause di esclusione nelle procedure aperte

La domanda di partecipazione non costituisce un documento da produrre a pena di esclusione nelle gare pubbliche svolte con procedura