Dissesto idrogeologico, rischio sismico e vulcanico: Istat e Governo lanciano un nuovo Portale dedicato alle minacce naturali 

Dissesto idrogeologico, rischio sismico e vulcanico: Istat e Governo lanciano un nuovo Portale dedicato alle minacce naturali 

Con il Comunicato datato 3 agosto 2017, l’Istat ha annunciato il varo di un nuovo sito web dedicato ai rischi naturali in Italia e realizzato dall’Istituto stesso, in collaborazione con “Casa Italia” – Struttura di Missione della Presidenza del Consiglio.

Il sito – ospitato in quello istituzionale dell’Istat (http://www.istat.it/it/mappa-rischi) – presenta variabili e indicatori di qualità con dettaglio comunale sui rischi di esposizione a terremoti, eruzioni vulcaniche, frane e alluvioni. Tali informazioni integrano dati provenienti da varie fonti istituzionali: Istat, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Per ciascun Comune i dati sul rischio sismico, idrogeologico e, per alcuni, vulcanico, sono corredati da informazioni demografiche, abitative, territoriali e geografiche.

Nel sito compaiono due sezioni distinte “Indicatori” e “Cartografia”.

La Sezione “Indicatori”consente la visualizzazione e l’estrazione di oltre 140 variabili a livello comunale relative a: superficie e altre caratteristiche territoriali; rischio sismico, idrogeologico (frane e alluvioni) e vulcanico; stato degli edifici a uso residenziale e delle abitazioni (tipo di materiale utilizzato per la costruzione, numero dei piani fuori terra, epoca di costruzione dei fabbricati e distribuzione delle abitazioni per tipologia di occupanti); numero dei beni culturali presenti nel territorio comunale; indicatori demografici di contesto, quali variazione della popolazione, densità abitativa, indici di vecchiaia e di dipendenza strutturale, vulnerabilità sociale e materiale e numerose altre variabili. È anche possibile visualizzare e scaricare un report di sintesi che fornisce un colpo d’occhio sullo stato dei rischi naturali dei Comuni italiani, anche attraverso visualizzazioni grafiche.

La Sezione “Cartografia” permette invece di produrre mappe interattive delle variabili a livello comunale su oltre 20 principali tematiche informative.


Related Articles

Indennità per i Segretari delle Unioni di Comuni

La richiesta di parere presente nella Delibera Corte dei conti Sardegna 4 novembre 2014, n. 55, ha come oggetto l’interpretazione

Tarsu: onere della prova della produzione di rifiuti speciali

Con la Sentenza n. 10548 del 28 aprile 2017, la Corte di Cassazione si è espressa in materia di Tarsu