Esternalizzazione di un servizio da parte dell’Amministrazione: il personale interessato non può considerarsi cessato

Esternalizzazione di un servizio da parte dell’Amministrazione: il personale interessato non può considerarsi cessato

Nella Delibera n. 143 del 10 maggio 2017 della Corte dei conti Lombardia, un Ente ha indetto una procedura aperta per l’esternalizzazione del Servizio di “Farmacia comunale”, in precedenza gestito direttamente con proprio personale dipendente. L’esternalizzazione prevede la concessione del servizio al soggetto aggiudicatario per la durata di 20 anni con il trasferimento del personale dipendente in capo al Concessionario con cessione dei contratti di lavoro. La concessione non prevede la clausola della reinternalizzazione del personale al termine della concessione ventennale. Pertanto, viene chiesto se, a seguito della cessione dei contratti di lavoro al Concessionario, l’Ente dovrà procedere

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fatturazione elettronica e “730 precompilato”: alla vigilia dell’esordio delle novità fiscali interviene il Direttore dell’Agenzia delle Entrate

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’11 marzo 2015 sul proprio sito istituzionale il testo relativo all’Audizione del Direttore, Rossella Orlandi,

Associazionismo comunale: la proposta di autoriforma presentata dall’Anci alla Camera

Dopo il Ddl. Morassut e Ranucci che propone di portare da 20 a 12 le attuali Regioni, anche i Comuni