Gare pubbliche: il Consiglio di Stato traccia il perimetro dei gravi illeciti professionali che comportano l’esclusione

Gare pubbliche: il Consiglio di Stato traccia il perimetro dei gravi illeciti professionali che comportano l’esclusione

Nella Sentenza n. 4192 del 5 settembre 2017 del Consiglio di Stato, i Giudici rilevano che il “grave illecito professionale” che, ai sensi dell’art. 80, comma 5, del Dlgs. n. 50/16, comporta l’esclusione del concorrente dalla gara, ricomprende ogni condotta, collegata all’esercizio dell’attività professionale, contraria ad un dovere posto da una norma giuridica, sia essa di natura civile, penale o amministrativa. In particolare, i Giudici chiariscono che, tra i gravi illeciti espressamente contemplati dalla norma, rientrano infatti “le significative carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto o di concessione che ne hanno causato la risoluzione anticipata,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti e Lavori pubblici: al via l’indagine del Mef finalizzata al censimento delle opere pubbliche in corso

Il Mef, con il Comunicato n. 172 dell’11 luglio 2014, ha reso noto di aver inviato – in vista dell’avvio

Operazioni referendarie: il lavoro straordinario, la retribuzione ed i riposi compensativi

Il prossimo 4 dicembre 2016 si svolgerà il Referendum costituzionale e nei Comuni, come spesso accade quando si svolgono tornate

Spesa di personale: quali sono i parametri che devono essere certificati dai Revisori?

Il testo del quesito: “In relazione al nuovo adempimento previsto per i Revisori degli Enti Locali dall’art. 3, comma 10-bis,