Ici: benefici previsti per i terreni edificabili destinati a fini agricoli

Ici: benefici previsti per i terreni edificabili destinati a fini agricoli

Nella Sentenza n. 11979 del 12 maggio 2017 della Corte di Cassazione, un Comune propone ricorso verso una Sentenza che aveva statuito l’applicabilità delle norme agevolative di cui agli artt. 2, comma 1, lett. b) e 9, del Dlgs. n. 504/92, malgrado il terreno fosse edificabile e fosse coltivato sulla base di un contratto di affitto, da una Azienda della quale la contribuente era coadiuvante. La Suprema Corte chiarisce che,in tema di Ici, perché un fondo possa beneficiare, ai fini della determinazione della base imponibile, dei criteri di calcolo previsti per i terreni edificabili destinati a fini agricoli, è necessaria, ai sensi dell’art. 2, lett. b), del Dlgs. n. 504/92, oltre alla sua effettiva destinazione agricola, anche la conduzione diretta di esso da parte del contribuente.


Related Articles

Notifica: deve essere fatta nel luogo in cui la persona dimora in modo abituale

Nella Sentenza n. 19535 del 30 settembre 2016, la Corte di Cassazione chiarisce che, ai fini della determinazione del luogo

Riscossione: emanate le modalità procedurali per l’affidamento delle notifiche da e verso Stati membri Ue

È stato pubblicato nella G.U. n. 252 del 29 ottobre 2014 un Decreto Mef, recante “Modalità procedurali per l’affidamento all’Agente

Imu: Risoluzione Mef sulla corretta applicazione dell’esenzione per i terreni agricoli montani

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Mef la Risoluzione 3 febbraio 2015, n. 2/DF, avente ad oggetto “Imu