InterregAdrion: seconda call

InterregAdrion: seconda call

Tipo fondo: InterregAdrion 2014-2020

Beneficiari: le Regioni di 4 Stati Membri dell’Unione: Croazia, Grecia, Italia (di cui le seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Umbria, Veneto, Provincia Autonoma di Bolzano/Bozen, Provincia Autonoma di Trento) e Slovenia, e di quattro Stati non UE: Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Tipo finanziamento: 85% a fondo perduto

Risorse complessive: 117.918.198 Euro

Budget del progetto: minimo 800.000 Euro e massimo 1.500.000 Euro

Partenariato: i progetti devono coinvolgere almeno 3 soggetti provenienti da 3 diversi Paesi.

Apertura bando: febbraio 2018

Scadenza: fine marzo 2018 (data indicativa)

Descrizione sintetica:il Programma di cooperazione transnazionale Adriatico Ionico (Adrion) 2014-2020 è uno degli strumenti dell’obiettivo cooperazione territoriale europea che contribuiscono all’attuazione della politica di coesione europea attraverso il sostegno allo scambio di esperienze, conoscenze ed il miglioramento delle politiche tra Autorità pubbliche nazionali, regionali e locali ed altri attori appartenenti all’area di riferimento. L’obiettivo generale del Programma è quello di favorire l’innovazione della governancee l’integrazione tra stati membri e candidati, facendo leva sulle ricche risorse naturali, culturali e umane presenti nell’Area adriatico-ionica, promuovendo la coesione economica, sociale e territoriale.

Il Programma è cofinanziato dall’Unione Europea con il Fesr ed ha una disponibilità finanziaria di 83,467 milioni di Euro oltre a 15,7 milioni di fondi IPA (strumento finanziario per i Paesi in Pre-Adesione).

Le priorità di Adrion 2014-2020 sono:

  1. sostenere lo sviluppo di un sistema regionale d’innovazione nell’area.
  2. promuovere una valorizzazione sostenibile del patrimonio naturale e culturale quali fattori di crescita dell’area Adriatico-Ionica e migliorare la capacità transnazionale di affrontare la vulnerabilità e fragilità ambientale, salvaguardando i servizi eco-sistemici.
  3. migliorare la capacità di erogare servizi integrati di trasporto, di mobilità e multimodalità.
  4. facilitare il coordinamento e l’attuazione di Eusair Strategia dell’Unione Europea per la Regione Adriatico Ionica, attraverso il rafforzamento delle capacità delle pubbliche amministrazioni e degli stakeholder e accompagnando l’attuazione delle priorità comuni.

Sulla base delle caratteristiche del Programma e dei requisiti regolamentari, Adrion concentra le proprie attività su 4 Assi prioritari, a loro volta basati su 4 Obiettivi Tematici (OT) della Politica di coesione dell’Ue e declinati in Obiettivi Specifici (OS).

I 4 Obiettivi Tematici selezionati dal Programma sono:

OT1: Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione

OT6: Proteggere l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse

OT7: Promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete

OT11: Migliorare la capacità istituzionale delle pubbliche amministrazioni e la governante nel Mediterraneo.

In particolare, l’Asse prioritario 1 (OT1) si concentra sull’innovazione e mira a promuovere la competitività dell’intera Area coperta dal programma, al fine di migliorare la competitività e stimolare la creazione di nuovi posti di lavori. L’asse concede un’attenzione specifica al “Blue Growth” e di tutte le attività che hanno forti legami con il mare (come ad esempio industria marina e ambientali, energia, turismo, cultura connettività).

L’Asse prioritario 2 (OT6) è dedicato al patrimonio naturale e culturale dell’Area Adrion sia come risorsa di crescita per il turismo, sia come un valore in sé. Il Programma Adrion cerca di combinare i diversi interessi di turisti, residenti e operatori del settore, per promuovere il turismo sostenibile, la valorizzazione del patrimonio e la tutela dell’ambiente

L’Asse prioritario 3 (OT7) si concentra sulla dimensione territoriale con l’obiettivo di ridurre le disparità fra Ovest e Est, in materia di logistica, mobilità e trasporto a basso impatto ambientale.

Il Programma Adrion ha anche l’obiettivo di supportare la Strategia Europea per la regioneAdriatico-Ionica (Eusair). La Macroregione è unastrategiaintegratachecoinvolgeRegioni e Nazioni diverse con l’obiettivo comune di unosviluppoequilibrato e sostenibile di unaspecifica area geografica che da alcuni anni l’Unione europea sta sperimentando con l’approvazione, nel 2009, di unastrategia per la Regione del Mar Baltico e, successivamente nel 2011, di una strategia per la Regione del Danubio.

La Macroregione non prevede finanziamenti aggiuntivi, né una nuova normativa o nuove istituzioni. Le risorse a disposizionesonoprincipalmentequelledeifondistrutturaliassegnateadogni Paese.

La azioni e i risultati che l’attività di Adrion genererà potranno consistere in:

  • Strutture di Networking;
  • Sistemi di gestioni congiunti e accordi di cooperazione;
  • Strategie e piani di azione;
  • Metodologie e strumenti;
  • Azionipilota;

nelleareetematichesoprariportate.

Link programma: http://www.adrioninterreg.eu/


Related Articles

Tfr in busta paga: siglato l’Accordo-quadro tra Mef, Ministero del Lavoro e Abi

Con una Nota pubblicata il 24 marzo 2015 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato

Permesso di soggiorno elettronico: via libera del Garante della Privacy

Via libera del Garante al permesso di soggiorno elettronico (Pse). Infatti, l’Autorità ha licenziato positivamente 3 schemi di Decreti del

Tpl: l’Anci chiede un confronto con il Ministro dei Trasporti in vista del Ddl. che riformerà il Comparto

“In vista del Disegno di legge che darà il via alla riforma del trasporto pubblico locale va definito un delicato