Iva e spese di investimento finanziate da indebitamento

Iva e spese di investimento finanziate da indebitamento

Nella Delibera n. 54 del 9 febbraio 2018 della Corte dei conti Liguria, viene chiesto un parere riguardante la classificazione contabile della somme destinate al pagamento dell’Iva relativa a spese di investimento. Specificamente, è richiesto se, in caso di avvenuto pagamento della quota imponibile già fatturata, con conseguente acquisizione al patrimonio comunale dei nuovi beni o dell’accrescimento dei beni già esistenti, la successiva corresponsione della sola Imposta indiretta costituisca spesa corrente o spesa di investimento, suscettibile in quest’ultimo caso di essere finanziata mediante la stipulazione di un contratto di mutuo.

La Sezione rileva che l’Iva può essere finanziata con lo

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Reverse charge”: si applica in caso di interventi su Piscine sia interne che esterne?

Il testo del quesito: “Alla luce della Circolare n. 14/E del 2015 dell’Agenzia delle Entrate che, a pag. 10, prevede

Cessazione contratto di “leasing”: anche se l’immobile non è stato ancora riconsegnato,il soggetto passivo Imu è la Società locatrice

  Nella Sentenza n. 346 del 6 settembre 2017 della Ctp di Rimini, oggetto della controversia è la dibattuta questione

Fattura elettronica: i benefici attesi sono legati alla corretta applicazione dei processi digitali

I benefici attesi dalla “Fepa” (“Fattura elettronica verso la P.A.”), il cui invio verso gli Enti Locali è obbligatorio dal