La revoca delle posizioni dirigenziali e organizzative: stessi principi

La revoca delle posizioni dirigenziali e organizzative: stessi principi

La revoca degli incarichi di posizioni organizzative nell’ambito degli Enti Locali può essere disposta sulla base degli specifici presupposti indicati dall’art. 9, comma 3, del Ccnl. 31 marzo 1999 ed è illegittima se comunicata in considerazione del mero mutamento dell’Organo investito del potere di nomina. La illegittimità dell’interruzione degli incarichi dirigenziali determina – in linea generale – il diritto alla reintegrazione negli incarichi stessi”.

E’ questo il principio di diritto stabilito dalla Corte di Cassazione con la Sentenza n. 9728 dell’11 gennaio 2017 e pubblicata il 18 aprile 2017, a seguito del ricorso

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Spending review”: Mef, “Da Convenzioni Consip risparmi per acquisto di beni e servizi anche oltre il 50%”

Risparmi fino al 52% sull’acquisto di fotocopiatrici e del 26% su furgoni autocarri e minibus. Sono alcuni dei risultati ottenuti

Fondi interprofessionali e Codice degli appalti: la replica del Ministero del Lavoro al pronunciamento Anac

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha aggiunto, con la Circolare n. 10 del 18 febbraio 2016, un

Il contenzioso dinanzi alle Commissioni tributarie: effetti sulle entrate

Nella Delibera n. 7 del 20 giugno 2017 della Corte dei conti, Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni