La revoca delle posizioni dirigenziali e organizzative: stessi principi

La revoca delle posizioni dirigenziali e organizzative: stessi principi

La revoca degli incarichi di posizioni organizzative nell’ambito degli Enti Locali può essere disposta sulla base degli specifici presupposti indicati dall’art. 9, comma 3, del Ccnl. 31 marzo 1999 ed è illegittima se comunicata in considerazione del mero mutamento dell’Organo investito del potere di nomina. La illegittimità dell’interruzione degli incarichi dirigenziali determina – in linea generale – il diritto alla reintegrazione negli incarichi stessi”.

E’ questo il principio di diritto stabilito dalla Corte di Cassazione con la Sentenza n. 9728 dell’11 gennaio 2017 e pubblicata il 18 aprile 2017, a seguito del ricorso

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Pantouflage: si applica anche ai dipendenti della P.A. competenti ad elaborare atti endoprocedimentali

L’Autorità nazionale Anticorruzione ha chiarito, con il Parere AG 74 del 21 ottobre 2015, che le prescrizioni ed i divieti

Indennità per i Segretari delle Unioni di Comuni

La richiesta di parere presente nella Delibera Corte dei conti Sardegna 4 novembre 2014, n. 55, ha come oggetto l’interpretazione

“Servizio di distribuzione del gas”: trasferimento reti e impianti effettuato tramite gara d’ambito

Nella Delibera n. 247 del 18 maggio 2015 della Corte dei conti Veneto, un Sindaco chiede “se sia possibile, in