Mancata dichiarazione assenza di pregiudizi penali: è sanabile attraverso il “soccorso istruttorio”

Mancata dichiarazione assenza di pregiudizi penali: è sanabile attraverso il “soccorso istruttorio”

 

Nella Sentenza 669 del 28 aprile 2017 del Tar Puglia, i Giudici si esprimono sull’applicabilità del “soccorso istruttorio” nelle gare d’appalto. In particolare, i Giudici osservano che l’art. 83, comma 9, del Dlgs. n. 50/16 dispone che “costituiscono irregolarità essenziali non sanabili le carenze della documentazione che non consentono l’individuazione del contenuto o del soggetto responsabile della stessa”. Dunque, i Giudici pugliesi statuiscono che nelle gare d’appalto l’obbligo di dichiarare l’assenza dei pregiudizi penali è da considerarsi assolto dal legale rappresentante dell’impresa anche riguardo ai terzi, compresi i soggetti cessati dalla carica, specie quando la legge di gara non richieda la dichiarazione individuale di detti soggetti. In ogni caso, trattasi di irregolarità per cui poteva operare il “soccorso istruttorio”, non essendo in presenza di un vizio tale da non consentire l’individuazione del contenuto o del soggetto responsabile della documentazione ai sensi dell’art. 83, comma 9, del Dlgs. n. 50/16.


Related Articles

Appalti e lavori pubblici: disponibili le “Linee guida” Accredia per i bandi di gara

L’Ente italiano di accreditamento “Accredia” ha pubblicato sul proprio sito istituzionale, in collaborazione con la Centrale acquisti della Pubblica Amministrazione

Appalti: l’eccessiva durata della gara non rende sempre illegittima la procedura

Il Consiglio di Stato, con la Pronuncia 6 febbraio 2015, n. 619, resa dalla terza Sezione, ha ribadito che il

Avvalimento: necessarie le dichiarazioni sottoscritte dall’Impresa ausiliaria

  Nel Parere Anac n. 45 dell’8 aprile 2015, il Servizio in appalto ha per oggetto prestazioni di assistenza specialistica