Nuovo “Spesometro”: l’obbligo riguarda anche le fatture di importo inferiore a 300 Euro inserite nel documento riepilogativo?

Nuovo “Spesometro”: l’obbligo riguarda anche le fatture di importo inferiore a 300 Euro inserite nel documento riepilogativo?

Il testo del quesito:

Siamo un Comune che solitamente beneficia della possibilità di registrare le fatture di vendita di importo inferiore a 300 Euro in un documento riepilogativo. Volevamo sapere se in vista della prima scadenza di invio del 16 settembre del nuovo ‘Spesometro, riferita alle fatture emesse nel primo semestre 2017, è obbligatorio comunicare anche i singoli dati di tali fatture”.

 

La risposta dei ns. esperti.

Ricordiamo che l’art. 6, commi 1 e 6, del Dpr. n. 695/96, stabilisce che “per le fatture emesse nel corso del mese, di importo inferiore a Euro

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fatturazione elettronica: è possibile esigere che i fornitori valorizzino i campi dedicati a Cig e Cup?

Il testo del quesito: “In tema di fatturazione elettronica, se ho capito bene, la mancata indicazione in fattura dell’impegno di

“Decreto Milleproroghe”: le principali disposizioni di interesse degli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 304 del 30 dicembre 2016 il Dl. n. 244/16, rubricato “Proroga e definizione di

Immobili comunali: devono essere locali a prezzo di mercato

Premessa La gestione del patrimonio immobiliare degli Enti territoriali, spesso, è stata sottovalutata dagli addetti ai lavori, i quali, nella