Pagamento diretto dei subappaltatori: qual è il comportamento da adottare dal punto di vista Iva e della verifica sulla tracciabilità?

Pagamento diretto dei subappaltatori: qual è il comportamento da adottare dal punto di vista Iva e della verifica sulla tracciabilità?

Il quesito:

E’ corretto, a seguito di inadempienza di pagamento dell’appaltatore nei confronti dei sub-appaltatori, rilasciare certificato di pagamento procedendo a pagare l’importo della fattura a saldo dell’appaltatore a favore dei sub-appaltatori. Volevamo dei chiarimenti da un punto di vista fiscale, in particolare ai fini Iva ed anche relativamente alla tracciabilità dei pagamenti”.

 

La risposta dei ns. esperti:

La problematica in questione è disciplinata dal nuovo “Codice degli Appalti” ed in particolare dall’art. 105, comma 13, del Dlgs. n. 50/16.

Fiscalmente, nel rapporto tra appaltatore e subappaltatore viene applicato il regime del “reverse charge

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Iva: con la Decisione dell’Ue, dal 1° luglio 2018 al 31 dicembre 2021 in Italia le fatture cartacee non sono più equiparabili a quelle elettroniche

Con la Decisione di esecuzione n. 2018/593 del 16 aprile 2018, il Consiglio dell’Unione Europea ha accettato la richiesta dell’Italia

“Riforma Madia”: il nuovo “Cad” dopo le modifiche del Dlgs. n. 179/06

Il 13 settembre 2016 è stato pubblicato in G.U. il Dlgs. n. 179 del 26 agosto 2016, recante modiche al

I reati del “Codice della Strada”: una breve sintesi alla luce delle recenti novità normative

Il “Codice della Strada”, approvato con Dlgs. n. 285/92, è composto da 245 articoli, 7 Titoli e un Regolamento di