Patrimonio P.A.: nuova proroga al 20 dicembre 2017 per la rilevazione dei beni immobili per l’anno 2016

Patrimonio P.A.: nuova proroga al 20 dicembre 2017 per la rilevazione dei beni immobili per l’anno 2016

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro, con Avviso 1° dicembre 2017, ha comunicato che l’Applicativo “Immobili” resterà ancora aperto fino al 20 dicembre 2017, per consentire alle Amministrazioni di verificare la correttezza e la completezza delle informazioni comunicate e di apportare le necessarie modifiche, la rilevazione dei beni immobili per l’anno

A tal fine, il Ministero sollecita le Amministrazioni a verificare il corretto accesso all’Applicativo e a non attendere, per l’aggiornamento dei dati, i giorni a ridosso della scadenza, in modo da garantire il buon esito della rilevazione.

Una volta completato l’inserimento dei dati per la rilevazione in corso, le P.A. devono darne comunicazione con apposita, nuova, funzionalità dell’Applicativo “Immobili”.

Il mancato invio, anche in presenza di dati inseriti, comporta l’inadempienza dell’Amministrazione agli obblighi di comunicazione di cui all’art. 2, comma 222 della Legge n. 191/09 e la conseguente segnalazione alla Corte dei conti.

Nel caso in cui l’Amministrazione non abbia dati da comunicare per l’anno 2016, è necessario effettuare, sempre attraverso l’applicativo “Immobili”, esplicita dichiarazione negativa.


Related Articles

Revisori Enti Locali: le domande per l’inserimento nell’Elenco 2015 dovranno essere trasmesse entro il 16 dicembre

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali, con il Comunicato 27 ottobre 2014, pubblicato sul proprio

Imu: per gli imprenditori agricoli Dichiarazione da presentare solo in caso di variazioni

È stata pubblicata sul sito web istituzionale del Mef-Dipartimento delle Finanze, la Risoluzione 16 giugno 2017, n. 3/DF, avente ad oggetto “Imposta

Responsabilità: condanna di un Dirigente comunale che si è liquidato competenze per la redazione di atti non estranei al suo incarico

Corte dei conti – Sezione seconda giurisdizionale centrale d’Appello – Sentenza n. 323 del 16 giugno 2015   Oggetto Condanna