Procedura di Project financing: esercizio del potere di revoca in autotutela

Procedura di Project financing: esercizio del potere di revoca in autotutela

Nella Sentenza n. 10695 del 25 ottobre 2017 del Tar Lazio, la questione controversa in esame trae origine dalla programmazione triennale di opere pubbliche per il triennio 2002-2004 con cui un’Amministrazione comunale aveva individuato gli interventi di ampliamento del Cimitero comunale e realizzazione di una nuova sede comunale attraverso la procedura di project financing. I Giudici laziali rilevano che l’esercizio del potere di revoca in autotutela della procedura di project financing richiede, a fronte del legittimo affidamento eventualmente ingeneratosi nel privato, che siano rese effettive le garanzie procedimentali, che venga fornita una adeguata motivazione in ordine alle ragioni di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Limiti alle assunzioni a tempo determinato per le attività di controllo e vigilanza  del territorio

Nella Delibera n. 100 del 28 aprile 2016 della Corte dei conti Puglia, la richiesta di parere riguarda i limiti

Tarsu: la pretesa fondata sul Regolamento comunale annullato dal Tar è illegittima  

Nella Sentenza n. 3276/01/14 della Ctp Lecce, i Giudici ritengono nulla la richiesta di pagamento Tarsu fondata su un Regolamento