Residui: impossibile procedere ad un nuovo Riaccertamento straordinario per correggere errori commessi in prima istanza

Residui: impossibile procedere ad un nuovo Riaccertamento straordinario per correggere errori commessi in prima istanza

Nella Delibera n. 44 del 23 marzo 2018 della Corte dei conti Puglia un Sindaco, dopo aver precisato che i Comuni in questione hanno provveduto al riaccertamento straordinario dei residui ai sensi dell’art. 3, comma 7, del Dlgs. n. 118/11, chiede se, nell’ipotesi in cui, durante la predisposizione del rendiconto di un successivo esercizio finanziario, sia rilevato “un errore nel calcolo della somma da accantonare al ‘Fondo crediti di dubbia esigibilità’”, sia possibile sanare la situazione effettuando un nuovo riaccertamento straordinario, secondo quanto previsto dall’art.1, comma 848, della Legge n. 205/17. La Sezione osserva che la recente disciplina

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Riforma Madia”: in G.U. il Decreto attuativo in materia di “Scia”

È stato pubblicato nella G.U. del 13 luglio 2016, n. 162 il Dlgs. 30 giugno 2016, n. 126, attuativo dell’art.

Edilizia scolastica: al via i prestiti agevolati per la progettazione dal Fondo Inarcassa

A seguito del Protocollo di Intesa sottoscritto con il Ministero dell’Istruzione, il Fondo di Inarcassa ha avviato “#fondAzioneScuola”, un Fondo

Armonizzazione: Consiglio dei Ministri delibera impugnativa della Lr Toscana in materia di programmazione economica e finanziaria

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi martedì 3 marzo 2015 a Palazzo ha deliberato l’impugnativa per la Legge Regione Toscana n.