Rimborso spese aspettative sindacali dipendenti: il Viminale non garantisce assistenza tecnica in prossimità della scadenza

Rimborso spese aspettative sindacali dipendenti: il Viminale non garantisce assistenza tecnica in prossimità della scadenza

Con il Comunicato 19 aprile 2018, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale per la Finanza locale, ha richiamato l’attenzione degli Enti Locali sull’imminente scadenza del 2 maggio 2018, termine ultimo per trasmettere la certificazione per chiedere il rimborso delle spese sostenute per le aspettative sindacali dei dipendenti.

Il termine è stato individuato dal Dm. Interno 27 febbraio 2018, pubblicato sulla G.U. n. 58 del 10 marzo 2018, con il quale è stato approvato anche il Modello di certificazione (distinto per tipo di Ente) con il quale le Province, i Comuni, le Comunità montane, nonché le ex Ipab (ora Asp), potranno certificare le spese sostenute per il personale cui è stata concessa nel corso del 2017 l’aspettativa per motivi sindacali.

Nel ricordare che tale Modello dev’essere inviato entro le ore 14:00 del 2 maggio 2018, la Direzione centrale ha segnalato che il giorno 30 aprile 2018 il personale in servizi presso gli Uffici del Viminale sarà ridotto e non sarà quindi possibile garantire agli Enti il consueto supporto nella risoluzione delle problematiche, di carattere informatico, connesse all’invio del certificato in questione.

Gli Enti interessati sono pertanto invitati a “trasmettere la certificazione richiesta con congruo anticipo, e non in prossimità della scadenza prefissata delle ore 14:00 del 2 maggio 2018, in modo da consentire gli interventi necessari per risolvere le eventuali criticità riscontrate nell’invio telematico della medesima”.


Related Articles

Frodi contributive: al via la stretta attraverso collaborazione e scambio di informazioni tra Entrate e Inps

“Giro di vite” conto frodi fiscali e contributive attraverso l’incrocio dei dati, Tavoli tecnici a livello nazionale e regionale e

Associazionismo comunale: la proposta di autoriforma presentata dall’Anci alla Camera

Dopo il Ddl. Morassut e Ranucci che propone di portare da 20 a 12 le attuali Regioni, anche i Comuni

Appalti: alle P.A. non si applica il regime di responsabilità solidale per i crediti retributivi e contributivi degli appaltatori

Nella Sentenza n. 20327 del 10 ottobre 2016, la Corte di Cassazione ha chiarito l’inapplicabilità dell’art. 29, comma 2 del