Sicilia: bando per edifici “green”

Sicilia: bando per edifici “green”

 Tipo fondo: PO Fesr Sicilia

Beneficiari: Enti Locali, in forma singola e associata. In particolare, potranno presentare domanda di contributo:

  • i Comuni;
  • le Unioni e le Associazioni di Comuni;
  • i Liberi Consorzi comunali di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani;
  • le Città Metropolitane di Palermo, Catania e Messina;
  • le piccole imprese di “nuova costituzione”, incluse quelle non soggette all’obbligo di iscrizione al registro delle imprese, che esercitano un’attività “prevalente” rientrante nei codici Ateco Istat 2007 riportati nell’Allegato 1 dell’Avviso.

Tipo finanziamento: 100% a fondo perduto– Procedura valutativa a sportello

Risorse complessive: 50 milioni di Euro

Budget del progetto: minimo 200.000,00 Euro e massimo 3.000.000,00 Euro

Apertura bando: entro ottobre 2017

Scadenza: esaurimento fondi

Descrizione sintetica: La Regione Sicilia ha annunciato l’imminente pubblicazione di un bando da 50 milioni di euro a valere sul Po Fesr 2014-2020 per la promozione dell’efficienza energetica e la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici.Potranno essere finanziati dal bando interventi di ristrutturazione, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, monitoraggio e ottimizzazione di consumi energetici ed emissioni inquinanti installazione di sistemi di produzione energetica da fonte rinnovabili.

Link bando:http://www.euroinfosicilia.it/


Related Articles

Tarsu: area utilizzata per magazzino adibita a produzione di rifiuti speciali

Nella Sentenza n. 1501 del 27 gennaio 2016, della Corte di Cassazione i Giudici di legittimità affermano che in tema

Contratti d’opera: sono nulli senza impegno di spesa

Nella Sentenza n. 24447 del 1° dicembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in assenza

Debiti P.A.: compensazione cartelle esattoriali 2014 in favore di imprese e professionisti titolari di crediti verso la P.A.

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 236, del 10 ottobre 2014, ed è in vigore da tale data, il Decreto