Trasformazione di un contratto di lavoro “part-time” in un rapporto a tempo pieno: le condizioni

Trasformazione di un contratto di lavoro “part-time” in un rapporto a tempo pieno: le condizioni

Nella Delibera n. 91 del 21 marzo 2018 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco chiede un parere in merito alla possibilità di utilizzare il risparmio di spesa derivante dal trasferimento per mobilità di dipendente inizialmente assunto a tempo pieno e successivamente trasformato in part-time, per coprire la spesa derivante dalla trasformazione a tempo pieno di n. 2 posti part-time. La Sezione rileva che la trasformazione di un contratto di lavoro part-time (ab initio) in un rapporto a tempo pieno costituisce nuova assunzione e soggiace alle limitazioni normative sulla capacità assunzionale. Fermo restando il principio di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Polizia municipale: limiti alla mobilità per interscambio

La Corte dei conti Lombardia, con la Delibera n. 342 del 26 ottobre 2015, esamina la possibilità di effettuare un

Processo tributario: nel contenzioso sulla notifica dell’accertamento è parte il Comune

Nella Sentenza n. 4962 del 2 marzo 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità rilevano che nel Processo