Vice-Presidente di un Consorzio: non sempre può essere Pubblico Ufficiale

Vice-Presidente di un Consorzio: non sempre può essere Pubblico Ufficiale

Nella Sentenza n. 55382 del 12 dicembre 2017 della Corte di Cassazione, il Vice-Presidente di un Consorzio a capitale interamente pubblico e avente come oggetto sociale la gestione di Servizi idrici, veniva accusato del reato di concussione per avere, nella sua qualità di Pubblico Ufficiale, costretto un dipendente dello stesso Consorzio a versargli la somma di 2.200 Euro in contanti, per evitare che quest’ultimo fosse licenziato. Dunque, di fronte ad un procedimento disciplinare che pendeva nei confronti del dipendente, il Vice-Presidente aveva offerto la possibilità di un suo intervento risolutivo in cambio della somma di denaro. La Suprema Corte rileva

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Bilancio: il punto della Corte sulla possibilità per un Comune di erogare contributi per la ristrutturazione di beni della Parrocchia

Nella Delibera n. 262 del 17 ottobre scorso della Corte dei conti Lombardia un Sindaco chiede di conoscere se sia

Notificazione a mezzo del Servizio postale della cartella esattoriale

Nella Sentenza n. 4721 del 10 settembre 2015 della Ctr Lazio, i Giudici affermano che, in materia di notificazione a

Ici: la requisizione di un terreno da parte del Comune non esonera il proprietario dal pagamento

Nella Sentenza n. 21158 del 19 ottobre 2016 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame inizia con un