Accertamento: nullità della notifica al falso parente

Accertamento: nullità della notifica al falso parente

La Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014 della Corte di Cassazione, riguarda la validità della notifica di un accertamento tributario presso la residenza del contribuente. La Suprema Corte ha chiarito che è nulla la notifica a mano ad un finto parete se il contribuente dimostra che in verità si tratta di una persona estranea al nucleo familiare e non convivente. Infatti, si legge nella Sentenza che “è vero altresì che la giurisprudenza di legittimità ha ripetutamente affermato che in caso di notificazione ai sensi dell’art. 139, comma 2, del Cpc., la qualità della persona di famiglia o di addetta alla casa, all’ufficio o all’azienda di chi ha ricevuto l’atto si presume iuris tantum dalle dichiarazioni recepite dall’ufficiale giudiziario nella relata di notifica, incombendo sul destinatario dell’atto, che contesti la validità della notificazione, l’onere di fornire la prova contraria ed, in particolare, di provare l’inesistenza di un rapporto con il consegnatario comportante una delle qualità su indicate ovvero l’occasionalità della presenza dello stesso consegnatario”.

Corte di Cassazione, Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014


Tags assigned to this article:
accertamentocassazionenotifica

Related Articles

Catasto: determinazione della rendita catastale degli opifici

L’Agenzia delle Entrate ha contestato ad una Società la mancata inclusione di alcuni impianti nel computo della rendita catastale, dal

Tarsu: riduzione della tariffa in caso di mancata erogazione del Servizio

Nell’Ordinanza n. 22767 del 12 settembre 2019 della Corte di Cassazione, viene accolto il ricorso contro una cartella di pagamento

Iuc: procedura per la trasmissione delle Delibere e dei Regolamenti comunali

È stata pubblicata sul portale del Mef – Dipartimento delle Finanze, la Nota Mef 28 febbraio 2014, n. 4033/14, titolata