Accertamento: nullità della notifica al falso parente

Accertamento: nullità della notifica al falso parente

La Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014 della Corte di Cassazione, riguarda la validità della notifica di un accertamento tributario presso la residenza del contribuente. La Suprema Corte ha chiarito che è nulla la notifica a mano ad un finto parete se il contribuente dimostra che in verità si tratta di una persona estranea al nucleo familiare e non convivente. Infatti, si legge nella Sentenza che “è vero altresì che la giurisprudenza di legittimità ha ripetutamente affermato che in caso di notificazione ai sensi dell’art. 139, comma 2, del Cpc., la qualità della persona di famiglia o di addetta alla casa, all’ufficio o all’azienda di chi ha ricevuto l’atto si presume iuris tantum dalle dichiarazioni recepite dall’ufficiale giudiziario nella relata di notifica, incombendo sul destinatario dell’atto, che contesti la validità della notificazione, l’onere di fornire la prova contraria ed, in particolare, di provare l’inesistenza di un rapporto con il consegnatario comportante una delle qualità su indicate ovvero l’occasionalità della presenza dello stesso consegnatario”.

Corte di Cassazione, Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014


Tags assigned to this article:
accertamentocassazionenotifica

Related Articles

Immobili di interesse storico o artistico: agevolazioni ai fini Irpef e Ici

Una Ctr, con Ordinanza, ha sollevato questioni di legittimità costituzionale dell’art. 11, comma 2, della Legge n. 413/91 e dell’art.

Canone concessorio stradale: illegittimo il Regolamento comunale che lo applichi per qualunque utilizzo delle strade

Nella Sentenza 973 del 5 maggio 2017 del Tar Catania, una Società che espleta il “Servizio di approvvigionamento idropotabile” in

Appalto riservato a Cooperative sociali di tipo “B”: l’avvalimento può essere utilizzato ma solo tra Cooperative

Il Parere n. 218 del 10 dicembre 2015 ha ad oggetto un’istanza di parere relativa ad una procedura aperta per