Accertamento: nullità della notifica al falso parente

Accertamento: nullità della notifica al falso parente

La Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014 della Corte di Cassazione, riguarda la validità della notifica di un accertamento tributario presso la residenza del contribuente. La Suprema Corte ha chiarito che è nulla la notifica a mano ad un finto parete se il contribuente dimostra che in verità si tratta di una persona estranea al nucleo familiare e non convivente. Infatti, si legge nella Sentenza che “è vero altresì che la giurisprudenza di legittimità ha ripetutamente affermato che in caso di notificazione ai sensi dell’art. 139, comma 2, del Cpc., la qualità della persona di famiglia o di addetta alla casa, all’ufficio o all’azienda di chi ha ricevuto l’atto si presume iuris tantum dalle dichiarazioni recepite dall’ufficiale giudiziario nella relata di notifica, incombendo sul destinatario dell’atto, che contesti la validità della notificazione, l’onere di fornire la prova contraria ed, in particolare, di provare l’inesistenza di un rapporto con il consegnatario comportante una delle qualità su indicate ovvero l’occasionalità della presenza dello stesso consegnatario”.

Corte di Cassazione, Sentenza n. 26501 del 17 dicembre 2014


Tags assigned to this article:
accertamentocassazionenotifica

Related Articles

Segretario comunale in convenzione: l’Ente capofila può scomputare dalla propria spesa di personale le somme versate dagli altri Comuni

Nella Delibera n. 224 del 30 novembre 2017 della Corte dei conti Piemonte un Comune, il quale intenderebbe assumere la

Criteri di valutazione dell’offerta: devono essere distinti dai criteri soggettivi di qualificazione

Nella Delibera n. 712 del 24 luglio 2018 dell’Anac, la questione oggetto dell’Istanza di Parere riguarda la legittimità dei criteri

Affidamento “in house”: se manca la motivazione è illegittimo

Nella Sentenza n. 1900 del 12 maggio 2016 del Consiglio di Stato, è stata accolto il ricorso proposto da una