Accertamento: sospensione del termine per il ricorso

Nella Sentenza n. 18377 del 18 settembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici rilevano che il nesso di pregiudizialità necessaria tra accertamento della debenza d’imposta e violazione tributaria (ove la condotta risulti strumentale all’inadempimento della obbligazione tributaria, integrando una violazione cd. “sostanziale”) comporta che, anche nel caso in cui la contestazione dell’illecito sia stata notificata con atto separato rispetto all’avviso di rettifica della imposta, la presentazione da parte del contribuente della istanza di definizione del rapporto tributario mediante procedimento per adesione ex Dlgs. n. 218/97 determina, ai sensi degli artt. 6 e 12 del predetto Decreto, la sospensione di 90 giorni del termine di decadenza ex art. 21 Dlgs. n. 546/92 per la impugnazione, tanto dell’atto impositivo, quanto dell’atto di contestazione dell’illecito.

Sentenza n. 18377 del 18 settembre 2015-Corte di Cassazione

La nostra attenzione alla verifica dei contenuti

Gli articoli e i contenuti prodotti dalla nostra redazione sono tutti verificati da esperti del settore. Seguendo una procedura di qualità certificata, i giornalisti della redazione operano a stretto contatto con gli esperti per verificare la correttezza delle informazioni pubblicate. L'obiettivo è quello di fornire a tutti i lettori informazioni verificate e attendibili.