Accertamento: Ufficio territorialmente competente e ultimo domicilio fiscale registrato

Accertamento: Ufficio territorialmente competente e ultimo domicilio fiscale registrato

Nell’Ordinanza n. 23362 del 23 ottobre 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in materia di accertamento delle Imposte sui redditi, la competenza territoriale dell’Ufficio accertatore è determinata dall’art. 31 del Dpr. n. 600/1973 con riferimento al domicilio fiscale indicato dal contribuente, la cui variazione, comunicata nella Dichiarazione annuale dei redditi, costituisce perciò atto idoneo a rendere noto all’Amministrazione il nuovo domicilio, non solo ai fini delle notificazioni, ma anche ai fini della legittimazione a procedere, che spetta all’Ufficio nella cui circoscrizione il contribuente ha indicato il nuovo domicilio. Tale ius variandi dev’essere peraltro esercitato in buona fede, nel rispetto del Principio dell’affidamento che deve informare la condotta di entrambi i soggetti del rapporto tributario. Dunque, il contribuente che abbia indicato nella propria Denuncia dei redditi il domicilio fiscale in un luogo diverso da quello precedente, non può invocare detta difformità, sfruttando a suo vantaggio anche un eventuale errore, al fine di eccepire, sotto il profilo dell’incompetenza per territorio, l’invalidità dell’atto di accertamento compiuto dall’Ufficio finanziario del domicilio da lui stesso dichiarato.


Related Articles

Alienazione immobili: regime fiscale applicabile ai contratti di godimento

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato ieri sul proprio sito istituzionale la Circolare n. 4/E del 19 febbraio 2015 relativa al

Pubblico impiego: niente licenziamento per i lavoratori eccedenti devono essere collocati in disponibilità

  Nella Sentenza n. 3738 del 13 febbraio 2017 della Corte di Cassazione, il tema centrale della controversia riguarda l’interpretazione

Sostenibilità consumi P.A.: adottati i criteri ambientali minimi relativi all’illuminazione pubblica

È stato pubblicato sulla G.U n. 244 del 18 ottobre 2017 (S.O. n. 49) il Decreto 27 settembre 2017 del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.