Acquisto di autovetture non adibite a servizi istituzionali: possibile a patto che rispetti il tetto di spesa fissato dal Dl. n. 95/12

Acquisto di autovetture non adibite a servizi istituzionali: possibile a patto che rispetti il tetto di spesa fissato dal Dl. n. 95/12

Nella Delibera n. 90 del 26 luglio 2018 della Corte dei conti Piemonte, viene chiesto un parere in ordine alla possibilità di acquisto di autovetture non specificamente adibite a servizi istituzionali. La Sezione rileva che, in ordine all’acquisto di autovetture, esistono 2 tipologie di limiti: il primo afferisce al contenimento della spesa, parametrata ad un dato storico, e trova disciplina nell’art. 6, comma 14, del Dl. n. 78/10, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122/10. Il secondo, introdotto con l’art. 1, comma 143, della Legge n. 228/12, prevede un espresso divieto di acquisto, venuto meno al 31 dicembre 2016.

Dunque, nel rispetto del tetto di spesa previsto dal primo limite sopra riportato, sussiste la possibilità di acquisto di autovetture. L’Ente ha la piena facoltà di acquistare autovetture non adibite a servizi istituzionali nel rispetto del tetto di spesa oggi fissato dall’art. 5, comma 2, del Dl. n. 95/12.


Related Articles

Trasferimenti erariali: ripartite tra i Comuni interessati le Addizionali comunali sui diritti d’imbarco dei passeggeri aerei

Con il Comunicato 12 aprile 2018, pubblicato sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale,

Appalto di durata triennale: assunzione di un impegno di spesa durante la gestione provvisoria

Nella Delibera n. 191 del 19 luglio 2016 della Corte dei conti Lombardia, un Sindaco ha formulato una richiesta di

Operazioni di gestione attiva della liquidità

Nella Delibera n. 116 del 4 maggio 2021 della Corte dei conti Veneto, un Comune chiede un parere riguardante la

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.