Acquisto di un bene immobile da parte di un Ente Locale da destinare a finalità istituzionali

Acquisto di un bene immobile da parte di un Ente Locale da destinare a finalità istituzionali

Nella Delibera n. 240 del 14 dicembre 2017 della Corte dei conti Piemonte un Sindaco, dopo aver riferito che l’Ente avrebbe intenzione di acquistare la proprietà di un immobile, attualmente condotto in locazione ed adibito a Centro sociale polivalente, chiede un parere sull’ambito di applicazione della disciplina di cui all’art. 12 del Dl. n. 98/11. La Sezione rileva che, ai sensi dell’art. 12, comma 1-ter, del Dl. n. 98/11, “a decorrere dal 1° gennaio 2014 al fine di pervenire a risparmi di spesa ulteriori rispetto a quelli previsti dal Patto di stabilità interno, gli Enti territoriali e gli Enti del Servizio sanitario nazionale effettuano operazioni di acquisto di immobili solo ove ne siano comprovate documentalmente l’indispensabilità e l’indilazionabilità attestate dal responsabile del procedimento. […] La congruità del prezzo è attestata dall’Agenzia del Demanio, previo rimborso delle spese. Delle predette operazioni è data preventiva notizia, con l’indicazione del soggetto alienante e del prezzo pattuito, nel sito internet istituzionale dell’Ente”.

Dunque, in base alla norma sopra citata, a partire dal 1° gennaio 2014, gli Enti territoriali possono procedere all’acquisto di un bene immobile da destinare a finalità istituzionali solo subordinatamente alla prova documentale, secondo le specifiche modalità previste dalla norma, dell’indispensabilità e della indilazionabilità dell’operazione, nonché della congruità del prezzo. Il divieto di acquisto recato dall’art. 12, comma 1-quater del Dl. n. 98/11 resta invece limitato all’anno 2013, come lo stesso tenore letterale della norma consente di evidenziare.

 

Delibera n. 240 – Corte dei conti Piemonte 2017


Related Articles

Chiusura Uffici postali: il Sottosegretario allo Sviluppo economico chiede un incontro per discutere del piano

Con la Nota 6 febbraio 2015, pubblicata sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo economico, è stata reso noto che

Titolari di reddito di impresa: in via di pubblicazione il Dpcm. che proroga il termine per il versamento delle Imposte

Con il Comunicato-stampa n. 125 del 20 luglio 2017, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto il differimento

Lavoro flessibile: spese sostenute per lo svolgimento di attività lavorativa retribuita tramite “voucher”

Nella Delibera n. 53 del 13 maggio 2016 della Corte dei conti Liguria, la richiesta di parere è volta a