Affidamenti “in house”: slitta al 31 marzo 2021 il termine per partecipare alla consultazione Anac per l’adozione delle nuove Linee-guida

Affidamenti “in house”: slitta al 31 marzo 2021 il termine per partecipare alla consultazione Anac per l’adozione delle nuove Linee-guida

C’è tempo fino al 31 marzo 2021 per far pervenire all’Anac le osservazioni relative all’adozione delle Linee-guida recanti “Indicazioni in materia di affidamenti ‘in house’ di contratti aventi ad oggetto servizi disponibili sul mercato in regime di concorrenza ai sensi dell’art. 192, comma 2, del Decreto legislativo 18 aprile 2016 n. 50 e s.m.i.”.

Ad annunciare la proroga del termine, originariamente fissato al 15 marzo 2021, è stata l’Autorità nazionale Anticorruzione con l’Avviso pubblicato oggi sul proprio sito istituzionale.

Ricordiamo che, in merito all’adozione di queste Linee-guida, l’Autorità ha avviato, lo scorso 12 febbraio 2021, una consultazione on line, al termine del quale il Documento sarà formalmente adottato.

Saranno così fornite indicazioni di fondamentale importanza per le Stazioni appaltanti che abbiano optato per l’affidamento diretto di servizi secondo il modello del cosiddetto “in-house” e che si trovino, in virtù dell’art. 192 del Dlgs. n. 50/2016, nella condizione di dover fornire una motivazione c.d. “aggravata” che giustifichi la forma di gestione prescelta rispetto al ricorso al mercato.


Related Articles

Bando di gara: vige la regola del tempus regit actum

Nella Sentenza n. 4529 del 30 aprile 2020 del Tar Lazio, i Giudici affermano che il bando di gara, avente

Province e Città metropolitane: Anci e Upi “accelerare i processi di mobilità per tutelare lavoratori e servizi”

Con il Comunicato 1º aprile 2015, l’Associazione nazionale dei Comuni italiani e l’Unione delle Province italiane hanno invitato gli Enti

Indebito annullamento di ruoli in favore del figlio: le poste di danno contestate ad un dipendente dell’Amministrazione finanziaria

Nella Sentenza n. 150 del 21 giugno 2017 della Corte dei conti Toscana, l’Agenzia delle Entrate accertava che un dipendente,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.