Afghanistan, Blinken: “Non è Saigon, fermati attacchi contro Usa”

Afghanistan, Blinken: “Non è Saigon, fermati attacchi contro Usa”

“Questa non è Saigon. Gli Stati Uniti sono riusciti nella loro missione di fermare gli attacchi contro gli Stati Uniti. Semplicemente non è nel nostro interesse rimanere in Afghanistan”. Ad affermarlo è il segretario di Stato statunitense Antony Blinken. 

“Eravamo in Afghanistan per un scopo preciso: bloccare le persone che ci hanno attaccato l’11 settembre del 2001”, sottolinea Blinken alla Cnn spiegando che gli Stati Uniti hanno raggiunto i propri obiettivi. “L’idea che lo status quo avrebbe potuto essere mantenuto mantenendo lì le nostre forze, penso sia semplicemente sbagliato”, continua. 

Per Blinken “l’offensiva” dei talebani per riconquistare queste capitali di provincia sarebbe iniziata “indipendentemente dalla presenza militare degli Stati Uniti. Manterremo in atto nella regione la capacità di vedere se ci sarà l’emergere di una minaccia terroristica e saremo in grado di affrontarla”. 


Related Articles

Ucraina, Russia: “Zelensky rifiuta di negoziare con Putin? Mai dire mai”

(Adnkronos) – “Mai dire mai”. Così ha risposto Yuri Ushakov, consigliere per la politica estera di Vladimir Putin, commentando in

Elezioni 2022, sondaggi politici: Meloni al 27%, Pd cala

(Adnkronos) – Fratelli d’Italia balza al 27%. A tanto sarebbero arrivati i consensi del partito di Giorgia Meloni secondo quanto

Covid Lazio, D’Amato: “10% casi da variante Delta”

“Nel Lazio abbiamo il 10% dei casi da variante Delta, l’Ecdc ha già detto che molto presumibilmente ad agosto questa

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.