Anac: è possibile modificare i contratti d’appalto a seguito di un aumento significativo del costo dei materiali anche se per Opere non del “Pnrr”

Anac: è possibile modificare i contratti d’appalto a seguito di un aumento significativo del costo dei materiali anche se per Opere non del “Pnrr”

In data 14 settembre 2022 Anac è intervenuta sul tema dell’aggiornamento dei prezzi relativi ai materiali di costruzione in corso d’opera.

Secondo Anac, gli aumenti del costo dei materiali necessari alla realizzazione di un’opera causati da circostanze impreviste e imprevedibili possono determinare modifiche dei contratti d’appalto in corso di validità anche se non specificamente riferiti all’attuazione del “Pnrr”.

Il chiarimento è emerso tramite 2 Note a firma del Presidente, Giuseppe Busia, inviate a 2 Consorzi di bonifica che hanno chiesto un parere sulla possibilità di procedere a una variazione di prezzi di alcuni materiali da costruzione non inclusi nei Decreti adottati dal Mims.

Il Mims ha introdotto un meccanismo di compensazione a favore delle Imprese appaltatrici delle Opere pubbliche laddove vi siano variazioni superiori all’8% dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi. Tuttavia, se un materiale non è compreso nell’elenco, non si può procedere alle compensazioni previste dalla norma. 

Invece, “quanto alla possibilità, invocata nell’Istanza di parere, di applicare l’art. 106 del ‘Codice’ ai fini della revisione dei prezzi dei materiali nei contratti d’appalto in corso di esecuzione, Anac ricorda l’intervento del Legislatore con il Decreto n. 36/2022 sul ‘Pnrr’ che include tra le circostanze impreviste che possono determinare la modifica dell’appalto anche quelle che alterano in maniera significativa il costo dei materiali necessari alla realizzazione dell’Opera”. Secondo Anac, nonostante si tratti di una previsione specificamente riferita all’attuazione del “Pnrr”, alla stessa può essere assegnata valenza generale e pertanto può essere invocata nel caso di circostanze “impreviste ed imprevedibili che alterano in maniera significativa il costo dei materiali necessari alla realizzazione dell’Opera”, anche in relazione a contratti d’appalto non specificamente riferiti all’attuazione del “Pnrr”, fermi in ogni caso i limiti imposti dall’art. 106 del “Codice” sul divieto di modifiche sostanziali al contratto d’appalto.


Related Articles

Titolario di classificazione: la Giunta comunale può adottarne uno diverso da quello pubblicato sul sito dell’Agid?

Il testo dei quesiti: “1) Il nucleo minimo di conservazione sostitutiva del registro protocollo è costituito da dati contenuti in

“Covid-19”: emanato il Dpcm. che detta le linee guida per l’avvio della “Fase 2”

Con una Conferenza-stampa tenutasi nella serata del 26 aprile 2020, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha illustrato le misure

“Pnrr”: 530 milioni di Euro di Investimenti per l’Idrogeno nel Trasporto ferroviario e stradale

Attraverso una Nota pubblicata il 1° luglio 2022 sul proprio sito istituzionale, il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.