Appalti: Anac chiarisce alcuni profili ancora dubbi del nuovo art. 38 del Dlgs. n. 163/06

Appalti: Anac chiarisce alcuni profili ancora dubbi del nuovo art. 38 del Dlgs. n. 163/06

È stato pubblicato il 25 marzo 2015 sul sito dell’Anac il Comunicato del Presidente 25 marzo 2015, inerente i “criteri interpretativi in ordine alle disposizioni dell’artt. 38, comma 2-bis, e 46, comma 1-ter, Dlgs. 12 aprile 2006, n. 163”.

Si tratta della risposta di Anac ad alcuni quesiti provenienti dal Governo in ordine all’attuazione di tale dirompente novella legislativa, che ha di fatto eliminato le esclusioni dalla procedura di gara dei concorrenti che omettano dichiarazioni od elementi essenziali nelle proprie buste amministrative.

Molte sono le questioni affrontate: ci si sofferma qui in particolare su 2 di esse.

La

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Tags assigned to this article:
anacappaltiart. 38

Related Articles

Nuova “Legge di stabilità”: Renzi, “nuovi investimenti per i Comuni”

Con la nuova ‘Legge di stabilità’ i Comuni saranno autorizzati a spendere più soldi anche venendo meno alle regole del

La “Nadef 2020” e le Amministrazioni locali: verso la “Legge di bilancio”

Serve un flash back. Oltre 5 mesi fa, cioè lo scorso 24 aprile 2020, il Consiglio dei Ministri approvò il

Ravvedimento operoso: nuovi chiarimenti delle Entrate sulle novità introdotte dalla “Manovra finanziaria 2015”

Con la Circolare n. 23/E del 9 giugno 2015, l’Agenzia delle Entrate è tornata sul tema del “ravvedimento operoso”, fornendo