Appalti: se richiesta dal bando, la copia sottoscritta del capitolato di gara dev’essere depositata a pena di esclusione

Appalti: se richiesta dal bando, la copia sottoscritta del capitolato di gara dev’essere depositata a pena di esclusione

È prassi comune per gli Enti pubblici quella di richiedere ai concorrenti di una gara pubblica anche la produzione, nella busta contenente i documenti amministrativi, della documentazione di gara (disciplinare, capitolato etc.) sottoscritta per presa visione e per accettazione.

E’ comunemente ritenuto che l’eventuale carenza di tale documentazione non comporti alcuna conseguenza espulsiva per il concorrente; ciò per varie ragioni, ed in particolare in quanto l’avvenuta accettazione delle condizioni del capitolato di gara non elimina la possibilità per l’impresa di contestarne in giudizio le relative previsioni.

Nella Sentenza in esame del Tar Puglia Lecce, Sezione III, 20 marzo 2015, n.

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Offerte in aumento: inammissibili anche in caso di aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa

Nella Sentenza n. 8462 del 20 luglio 2020 del Tar Lazio, i Giudici chiariscono che nelle gare da aggiudicare con

Iuc: emanata una Risoluzione Mef sulla corretta applicazione delle agevolazioni per i pensionati residenti all’estero

  Il Mef – Dipartimento delle Finanze, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale la Risoluzione 26 giugno 2015, n. 6/DF,

Commissioni di gara: nelle more dell’istituzione dell’Albo è possibile nominare i componenti interni

Nella Delibera n. 898 del 17 ottobre 2018 dell’Anac, viene chiesto un parere riguardante l’illegittimità della nomina dei membri di