Arbitrato nei contratti pubblici: in G.U. la nuova Determina Avcp aggiornata alla luce della vigente normativa sull’Anticorruzione

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 18 del 23 gennaio 2014 la Determinazione Avcp n. 6 del 18 dicembre 2013, con le “Indicazioni interpretative concernenti le modifiche apportate alla disciplina dell’arbitrato nei contratti pubblici dalla Legge 6 novembre 2012, n. 190, recante disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione”.

Con la Determinazione n. 6, l’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici ha fornito una serie di indicazioni interpretative relative alle modifiche apportate alla disciplina dell’arbitrato nei contratti pubblici, di cui gli artt. 241-243 del Dlgs. n. 163/06 (“Codice dei contratti pubblici”), dalla Legge n. 190/12 (“Legge Anticorruzione”).

Nel pronunciamento, l’Authority affronta in maniera particolare i seguenti 4 aspetti:

  1. Individuazione dell’ambito di estensione del divieto di cui al comma 18, art. 1, Legge n. 190/12 e profili di diritto intertemporale;
  2. Nomina dell’arbitro di elezione pubblica;
  3. Profili di diritto intertemporale relativi all’applicazione del comma 19 sull’autorizzazione preventiva;

Rapporto tra la nuova disciplina dettata dal “Codice dei contratti pubblici” e l’art. 810 del Cpc..


Tags assigned to this article:
arbitratoAvcp

Related Articles

Appalti: per la Corte Ue è legittima la decisione di non procedere all’aggiudicazione definitiva al solo concorrente rimasto in gara

Nella Sentenza n. C-440/13 dell’11 dicembre 2014, della Corte di Giustizia Europea, i Giudici si esprimono sulla conformità al diritto

Rinnovo contratto d’appalto: possibile anche in caso di modifica soggettiva dell’Ati

Nel Parere n. 117 del 3 marzo 2016, una Ati costituita da una Srl, capogruppo mandataria, e da altre 2

Rup: per il Tar Umbria non sempre le sue funzioni sono incompatibili con quelle di Presidente della Commissione di gara

Nella Sentenza n. 10 del 2 gennaio 2018 del Tar Umbria, la questione controversa riguarda la legittimità degli atti relativi

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.