“Art-bonus”: l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti su diverse casistiche concrete, parte delle quali ammissibili al credito d’imposta

“Art-bonus”: l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti su diverse casistiche concrete, parte delle quali ammissibili al credito d’imposta

L’Agenzia delle Entrate, con le Risposte agli Interpelli nn. 149, 150, 154, 155 e 156 del 28 dicembre 2018, ha fornito chiarimenti in ordine al c.d. “Art-bonus”, ossia il credito d’imposta previsto dall’art. 1 del Dl. n. 83/2014, convertito con modificazioni dalla Legge n. 106/1204, pari al 65% delle erogazioni effettuate in denaro da persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa, per “interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica, delle Fondazioni lirico-sinfoniche e dei Teatri di tradizione,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a gennaio 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 65 del 18 marzo 2016 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di gennaio

Ici: provvedimento di modifica della rendita catastale

Nell’Ordinanza n. 4971 del 2 marzo 2018 della Corte di Cassazione, un Comune notificava ad una Società un avviso di

Contributo all’Anac: il mancato versamento comporta l’esclusione dalla gara

Nella Sentenza n. 6776 del 14 giugno 2016 del Tar Lazio, i Giudici si esprimono sull’omesso versamento del contributo Anac

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.