Autonomia regionale differenziata: lo stato dell’arte su una potenziale risorsa per la finanza pubblica che non ha mai trovato attuazione

Parte I- L’ultima specie di autonomia regionale sotto un profilo istituzionale

Si premette l’art. 116 della Costituzione come attualmente in vigore che, con ai commi 3 e 4, recita che “ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, concernenti le materie di cui al comma 3 dell’art. 117 e le materie indicate dal comma 2 del medesimo articolo alle lett. l), limitatamente all’organizzazione della giustizia di pace, n) e s), possono essere attribuite ad altre Regioni, con Legge dello Stato, su iniziativa della Regione interessata, sentiti gli Enti Locali, nel rispetto dei principi di cui all’art. 119. La Legge è

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login[1] per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.
Endnotes:
  1. Login: https://www.entilocali-online.it/wp-login.php?redirect_to=https://www.entilocali-online.it/autonomia-regionale-differenziata-lo-dellarte-potenziale-risorsa-la-finanza-pubblica-non-mai-trovato-attuazione/