Bilancio e ordinamento contabile: elevato a 5 dodicesimi il limite massimo di ricorso ad anticipazioni di Tesoreria da parte degli Enti Locali

by Redazione | 01/04/2014 13:35

E’ stato innalzato da 3 a 5 dodicesimi, fino al 31 dicembre 2014, il limite massimo di ricorso da parte degli Enti Locali alle anticipazioni di Tesoreria di cui al comma 1 dell’art. 222 del Tuel.

La disposizione è stata introdotta nella Legge n. 50 del 28 marzo 2014 (G.U. n. 74 del 29 marzo 2014), di conversione del Dl. n. 4 del 28 gennaio 2014, recante “Disposizioni urgenti in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all’estero, nonché altre disposizioni urgenti in materia tributaria e contributiva e di rinvio di termini relativi ad adempimenti tributari e contributivi” (G.U. n. 23 del 29 gennaio 2014).

Ricordiamo che il Dl. n. 4/14 conteneva misure finalizzate all’emersione dei capitali detenuti all’estero e all’inasprimento della lotta all’evasione fiscale, disposizioni urgenti in materia di adempimenti tributari e contributivi conseguenti all’alluvione di inizio anno in Emilia Romagna e, con l’art. 2, aveva modificato alcuni commi della “Legge di stabilità 2014”.

La disposizione in questione (che accoglie un emendamento presentato dall’Anci) è stata inserita proprio nel citato art. 2, con il comma 2-bis, e si pone l’obiettivo di agevolare il rispetto dei tempi di pagamento di cui al Dlgs. n. 231/02. Fino alla fine del 2014, quindi, a Comuni, Province, Città metropolitane, Comunità montane e Unioni di Comuni potranno essere concesse anticipazioni di Tesoreria fino ai 5 dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente.

Si tratta della stessa soglia che era stata stabilita – ai sensi dell’art. 3, comma 1, lett. i-bis), del Dl. n. 174/12 che aveva modificato l’art. 222 del Tuel – per gli Enti Locali in dissesto finanziario.

Source URL: https://www.entilocali-online.it/bilancio-e-ordinamento-contabile-elevato-a-5-dodicesimi-il-limite-massimo-di-ricorso-ad-anticipazioni-di-tesoreria-da-parte-degli-enti-locali/