Carta d’identità elettronica: introdotta la nuova Piattaforma per inserire e gestire le prenotazioni per il rilascio

Carta d’identità elettronica: introdotta la nuova Piattaforma per inserire e gestire le prenotazioni per il rilascio

Il Dipartimento per gli Affari interni e Territoriali, con la Notizia 5 luglio 2019 pubblicata sul proprio sito istituzionale, ha comunicato che, a partire dal 15 luglio 2019, il Sistema attuale di prenotazione delle Carte d’identità elettroniche “Agenda Cie”, verrà sostituito dalla nuova Piattaforma di gestione degli appuntamenti a cui è possibile accedere tramite il link https://www.prenotazionicie.interno.gov.it.
Le credenziali di accesso utilizzate fino ad ora dai referenti comunali addetti a tale Servizio resteranno invariate salvo, al primo accesso, modificare la password.

La nuova Piattaforma presenta funzionalità semplificate rispetto al passato, sia per il cittadino che accede personalmente, sia per l’operatore dell’Ente, così da consentire la prenotazione in modo più agevole dell’appuntamento presso lo Sportello comunale di residenza per il rilascio della Carta d’identità elettronica.

Le principali novità introdotte per i Comuni sono:

  • lo strumento del calendario “planner”, maggiormente modulabile alle esigenze organizzative del Comune stesso;
  • una Sezione modulistica migliorata, tra cui un’implementazione sulla reportistica;
  • la possibilità, dal 15 luglio 2019, di gestire gli appuntamenti da qualsiasi postazione di lavoro Cie del Comune, così da rendere più semplice ed efficace il lavoro svolto presso l’Urp e gli Sportelli “Amico”;
  • la cancellazione dell’appuntamento automaticamente, se non confermato da parte del cittadino, entro un termine stabilito da ciascun Comune.

Per quanto riguarda i singoli i cittadini, le principali novità introdotte sono:

  • con il “planner” di cui sopra il cittadino, inserendo negli appositi campi le informazioni anagrafiche (nome, cognome, Codice fiscale e Comune prescelto) potrà conoscere la prima data disponibile per fissare l’appuntamento per la richiesta di rilascio della Cie presso lo Sportello comunale;
  • sufficiente, affinché la prenotazione dell’appuntamento abbia esito positivo, completare i campi minimi richiesti dell’anagrafica (nome, cognome, codice fiscale e Comune prescelto) ed effettuare l’autenticazione tramite “Spid”;
  • la prenotazione dell’appuntamento presso lo Sportello comunale per la richiesta di rilascio della Cie può essere svolta, sia nel Comune di residenza, che in altro Comune che utilizzi il medesimo programma di prenotazione. Una volta recepito il nulla osta, l’appuntamento viene confermato;
  • la conferma di prenotazione di cui sopra arriva al cittadino tramite e-mail, e se non confermata entro il termine fissato, la prenotazione decade automaticamente;
  • con la nuova Piattaforma sarà possibile effettuare il caricamento della foto, al fine di verificare la conformità alle prescrizioni Icao;
  • il cittadino potrà scegliere la modalità di consegna del documento d’identità, indicando in un’apposita Sezione, qualora sia necessario, le generalità del delegato al ritiro;
  • nella ricevuta dell’avvenuta prenotazione dell’appuntamento per il rilascio, verrà stampato un utile promemoria della documentazione occorrente da presentare il giorno dell’appuntamento presso lo Sportello comunale.

E’ garantita la conservazione dei dati anche durante il passaggio al nuovo Portale, sia dei dati già presenti nel Programma in disuso “Agenda Cie”, che le prenotazioni sul calendario “planner” che dalle disponibilità inserite dagli Enti stessi.

Si ricorda che i Manuali operativi si possono scaricare presso “Cie on-line”. Per il Servizio di assistenza è possibile accedere al Portale “Cie”, seguendo le istruzioni riportate o per contatti diretti alla apposita Sezione “Contatti”.


Related Articles

Diritto di proprietà: la giurisdizione sulle controversie tra privati e P.A. relative alla sua esistenza o estensione è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 2950 del 16 febbraio 2016 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che appartiene al

“Servizi Demografici”: via libera del Consiglio di Stato ai matrimoni civili celebrati al di fuori della Casa comunale

Il Consiglio di Stato, in risposta a un quesito posto dal Ministero dell’Interno – Direzione centrale per i Servizi Demografici,

Accesso agli atti: peculiarità della disciplina dell’istituto nell’ambito del Dlgs. n. 50/2016

Nella Sentenza n. 5644 del 28 settembre 2020 del Consiglio di Stato, la questione controversa riguarda la materia dell’accesso agli

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.