Ccnl: la Corte dei conti ribadisce che l’interpretazione delle norme contrattuali è prerogativa dell’Aran

Ccnl: la Corte dei conti ribadisce che l’interpretazione delle norme contrattuali è prerogativa dell’Aran

Nella Delibera n. 63 del 28 maggio 2018 della Corte dei conti Piemonte, viene chiesto un parere sull’interpretazione della disciplina contrattuale dettata dall’Accordo di categoria nonché dai Ccnl. per il personale incaricato dello svolgimento dell’incarico di Segretario comunale e provinciale.

La Sezione afferma che tale richiesta di parere è inammissibile. La Sezione ribadisce quanto statuito dalla Corte dei conti, Sezioni Riunite, nella Delibera n. 56/11, secondo cui,“..in sede consultiva e di nomofilachia, le Sezioni della Corte dei conti non possono rendere parere sull’interpretazione e sul contenuto della norma del Contratto collettivo nazionale di lavoro (…) poiché, come più volte specificato, l’interpretazione delle norme contrattuali rientra nelle funzioni che il Legislatore ha attribuito all’Aran”.


Related Articles

Unioni civili: per la Corte Costituzionale la scelta di un cognome comune non modifica la scheda anagrafica individuale

La funzione del “cognome comune”, scelto dalle parti una unione civile come cognome d’uso senza valenza anagrafica, non determina alcuna

Ici: autotutela sostitutiva

Nella Sentenza n. 15197 del 22 luglio 2016 della Corte di Cassazione, si afferma che l’Amministrazione comunale può, prima dello

Processo tributario: sanzione per la notificazione tentata non sana l’inosservanza del termine di impugnazione

  Nell’Ordinanza n. 22248 del 25 settembre 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità statuiscono che la sanzione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.