Certificazione Unica: diffusa la bozza del Modello 2015

Certificazione Unica: diffusa la bozza del Modello 2015

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso sul proprio sito web la bozza del nuovo modello di Certificazione Unica 2015 che dal prossimo anno dovrà essere utilizzato dai sostituti d’imposta per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati, finora riportati nel Cud, sia altri redditi, ad oggi certificati in forma libera.

Nel corso di una recente Audizione parlamentare sul tema “L’Anagrafe tributaria nella prospettiva di una razionalizzazione delle banche dati pubbliche in materia economica e finanziaria. Potenzialità e criticità del Sistema di contrasto all’evasione fiscale”, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi,era intervenuta anche su questo tema, precisando che quest’anno – con cospicuo anticipo rispetto alla normale tabella di marcia –  “entro il mese di novembre saranno definiti il modello 730/2015 e il nuovo modello di Certificazione Unica 2015, con le relative istruzioni e specifiche tecniche”.

A questo proposito, il Direttore Orlandi ha anche sottolineato che “eventuali interventi normativi ‘di fine anno’, con effetti sull’anno 2014 e con impatti sul contenuto di tali modelli dichiarativi, rischiano di compromettere il buon esito dell’intero progetto precompilata”.


Tags assigned to this article:
Agenzia entratecertificazione unica

Related Articles

Segretario comunale in convenzione: l’Ente capofila può scomputare dalla propria spesa di personale le somme versate dagli altri Comuni

Nella Delibera n. 224 del 30 novembre 2017 della Corte dei conti Piemonte un Comune, il quale intenderebbe assumere la

Ici: il trattamento impositivo dei fabbricati inagibili

Nella Sentenza n. 23210 del 18 settembre 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici rilevano che in tema di Ici,