“Ci sono gay in squadra?”, bufera per domanda al Mondiale femminile

(Adnkronos) – “Ci sono giocatrici gay nel Marocco?”. Una domanda di un reporter della Bbc diventa un caso e scatena una bufera ai Mondiali di calcio femminili 2023 in corso in Australia e Nuova Zelanda. Il giornalista ha rivolto la domanda a Ghizlane Chebbak, capitana della Nazionale marocchina. “In Marocco – le parole del giornalista – è illegale avere una relazione omosessuale. Ci sono giocatrici gay nella vostra squadra? Com’è la vita per loro in Marocco?”. Il moderatore della conferenza stampa ha giudicato la domanda inappropriata: “E’ una domanda estremamente politica, rimaniamo su domande legate al calcio”, ha detto. “Non è politica, riguarda le persone. Non c’entra niente la politica, lasciate che risponda”, ha ribattuto il giornalista, come si legge sulla Cnn, mentre in sala stampa alcuni rappresentanti dei media marocchini hanno mostrato stupore e malumore per l’insistenza. Un portavoce della Bbc, interpellato dalla Cnn, ha successivamente ammesso che “la domanda era inappropriata. Non avevamo intenzione di causare alcun tipo di disagio”.