Concessione e appalto: la differenza è il rischio di impresa

Concessione e appalto: la differenza è il rischio di impresa

Nella Sentenza n. 2426 del 22 marzo 2021 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che il rapporto di concessione di pubblico servizio si distingue dall’appalto di servizi proprio per l’assunzione, da parte del Concessionario, del rischio di domanda. Mentre l’appalto ha struttura bifasica tra appaltante ed appaltatore ed il compenso di quest’ultimo grava interamente sull’appaltante, nella concessione, connotata da una dimensione triadica, il Concessionario ha rapporti negoziali diretti con l’utenza finale, dalla cui richiesta di servizi trae la propria remunerazione.

Peraltro, i Giudici precisano che è insito nel meccanismo causale della concessione che la fluttuazione della domanda del servizio costituisca un rischio traslato in capo al Concessionario, anzi costituisca il rischio principale assunto dal Concessionario.


Related Articles

Attività di vigilanza collaborativa: un Comunicato Anac illustra l’iter procedimentale

Con il Comunicato del 19 luglio 2016, il Presidente dell’Anac ha fatto il punto sull’iter procedimentale e l’elenco delle stazioni

Verifica anomalia dell’offerta: necessario attivare un contraddittorio con l’offerente

Nella Sentenza n. 10498 del 15 ottobre 2020 del Tar Lazio, i Giudici affermano che, in materia di anomalia delle

Modifica della Commissione in corso di gara causa trasferimento dipendenti: non inficia la legittimità del procedimento

Nella Sentenza n. 12069 del 2 dicembre 2016 del Tar Lazio, un’Associazione temporanea di imprese, seconda classificata in una gara

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.