Consiglieri comunali: richiesta accesso documenti deve comportare minore aggravio possibile per gli Uffici

Consiglieri comunali: richiesta accesso documenti deve comportare minore aggravio possibile per gli Uffici

Nella Sentenza n. 563 del 30 marzo 2016 del Tar Toscana, le ricorrenti sono delle Consigliere comunali che hanno presentato al Comune, nell’esercizio delle prerogative sancite dall’art. 43, comma 2, del Dlgs. n. 267/00, formale istanza di trasmissione degli atti e/o documenti relativi alle spese sostenute dall’ex Sindaco. Inizialmente il Comune ha rinviato le Consigliere alla consultazione del sito web istituzionale, chiarendo che l’ex Sindaco non aveva la disponibilità di carte di credito e fornendo poi il prospetto riepilogativo di tutte le spese.

Le Consigliere, non essendo soddisfatte, hanno ribadito di voler prendere visione di tutti i documenti riguardanti le

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Incentivi per funzioni tecniche: atto di segnalazione dell’Anac a Governo e Parlamento

Ai sensi dell’art. 213, comma 3, lett. c), del Dlgs. n. 50/2016 (“Codice dei Contratti pubblici”), l’Anac ha il potere

“Milleproroghe”: la rassegna delle novità d’interesse per gli Enti Locali introdotte in sede di conversione

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 47 del 26 febbraio 2016 la Legge 25 febbraio 2016, n. 21, di conversione

Capacità assunzionali Enti Locali: le principali novità in materia di personale dalla “Legge di bilancio” al “Decreto Crescita”

“Legge di bilancio 2019” La Legge n. 145/2018, c.d. “Legge di bilancio 2019”, ha introdotto importanti novità in materia di