Consorzio B.I.M.: concessione di derivazione e pagamento sovracanone

Consorzio B.I.M.: concessione di derivazione e pagamento sovracanone

Nell’Ordinanza n. 19678 del 22 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno sostenuto che, in tema di concessioni di derivazione di acque pubbliche, il sovracanone riconosciuto per la produzione di energia elettrica, pur basandosi sul presupposto della titolarità della concessione di derivazione e non già sull’uso effettivo della stessa, ed essendo quindi dovuto indipendentemente dall’entrata in funzione degli impianti, postula tuttavia un nesso oggettivo con l’utilizzazione effettiva o potenziale della risorsa idrica. Ne consegue che esso non è dovuto, o è dovuto in misura ridotta, qualora la derivazione risulti totalmente o parzialmente inutilizzabile per calamità naturali o comunque per cause non imputabili al concessionario.


Related Articles

Beni immobili ad uso gratuito

Nella Delibera n. 78 del 28 novembre 2019 della Corte dei conti Emilia Romagna, la Sezione pone in evidenza che

Centrali uniche di committenza: raggiunta l’intesa sui requisiti per l’iscrizione nell’elenco dei soggetti aggregatori

Con una Nota pubblicata recentemente sul proprio sito il 24 ottobre 2014, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Catasto: emanate le direttive per l’accesso alle banche-dati ipotecaria e catastale in esenzioni da tributi

È stato pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate il Provvedimento 4 marzo 2014, Prot. n. 2014/31224, titolato “Attivazione del

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.