Contabilità economico-patrimoniale: “via libera” della Conferenza Stato-Città alla proroga al 31 luglio 2017

Contabilità economico-patrimoniale: “via libera” della Conferenza Stato-Città alla proroga al 31 luglio 2017

Slitta al 31 luglio 2017 il termine per la presentazione dei documenti di contabilità economico-patrimoniale, prevista per il 30 aprile 2017. Nel corso della seduta del 4 maggio 2017, la Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali ha infatti deciso di accogliere – in parte – la richiesta avanzata dall’Anci. A onor del vero l’Associazione dei Comuni aveva sollecitato un differimento più radicale (al 30 settembre 2017) sia di questo adempimento che del termine per l’approvazione del rendiconto 2016.

Se il primo punto è stato parzialmente accolto – concedendo però 3 mesi extra anziché 5 – sull’ultimo punto il diniego è stato fermo. La scadenza del 30 aprile 2017 per l’approvazione del Rendiconto della gestione 2016 rimane pertanto valida e inalterata.

Stando a quanto si apprende dal Comunicato diramato a margine della seduta della Conferenza Stato-Città ed Autonomie locale, la proroga della contabilità economico-patrimoniale (il cui termine era di fatto già scaduto) sarà formalizzata soltanto con un emendamento del Dl. n. 50/2017 (c.d. “Manovrina” o “Decreto Enti Locali”).


Related Articles

Amianto: quegli 8 milioni di euro per la bonifica degli edifici pubblici che nessuno vuole

DOSSIER A CURA DI CENTRO STUDI ENTI LOCALI Assegnate solo il 30% delle risorse stanziate nel 2015 dal Collegato ambiente

“Fondo accessorio”: gli effetti delle nuove progressioni non cambiano l’entità delle risorse disponibili nelle P.A.

La Ragioneria generale dello Stato, con la Circolare n. 30/17, ha fornito istruzioni operative in materia di fondi per la

Privacy: secondo semestre 2019 del Piano ispettivo del Garante

Il Garante Privacy con la Deliberazione n. 166 del 12 settembre 2019 ha approvato il Piano delle attività ispettive per il