Contenzioso tributario: il ricorso spedito direttamente all’Ufficio è viziato

Contenzioso tributario: il ricorso spedito direttamente all’Ufficio è viziato

Nella Sentenza n. 18295 del 17 settembre 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di contenzioso tributario, l’inammissibilità del ricorso per omesso deposito della copia dell’atto d’appello è rilevabile d’ufficio in ogni stato e grado del giudizio, anche se la parte resistente si costituisce, con la conseguenza che la condotta silente od acquiescente dell’appellato, quando l’appellante non provveda al suddetto adempimento, non può avere alcun effetto sanante.

Corte di Cassazione-Sentenza n. 18295 del 17 settembre 2015


Related Articles

Accertamento catastale: senza una motivazione dettagliata è illegittimo

Nell’Ordinanza n. 23130 del 26 settembre 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame riguarda un accertamento catastale

Cartella di pagamento: la mancata sottoscrizione del Funzionario competente non comporta l’invalidità dell’atto

Nella Sentenza n. 10258 del 27 aprile 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità si esprimono in materia

Giurisdizione del Giudice contabile

Nella Sentenza n. 16014 del 18 giugno 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa trae origine dall’intimazione di pagamento