Contribuenti decaduti: l’Agenzia delle Entrate chiarisce le condizioni per la riammissione al pagamento rateale

Contribuenti decaduti: l’Agenzia delle Entrate chiarisce le condizioni per la riammissione al pagamento rateale

Con la Circolare n. 13/E del 22 aprile 2016, pubblicata sul proprio sito istituzionale, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla possibilità di riammissione al pagamento rateale per i contribuenti decaduti.

Il Documento di prassi prende le mosse dalle previsioni di cui all’art. 1, commi 134 – 138, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (“Legge di stabilità 2016”), che ha introdotto tale possibilità per i contribuenti decaduti nei 3 anni antecedenti al 15 ottobre 2015 dalla rateazione delle somme dovute a seguito di definizione dell’avviso di accertamento per adesione o acquiescenza.

La loro riammissione al piano di rateazione di cui al Dlgs. n. 218/97 è limitata al versamento delle Imposte dirette e, affinché possa essere perfezionata, è necessario che entro il 31 maggio 2016 i contribuenti interessati riprendano il versamento della prima delle rate scadute.

Per i dettagli relativi alle modalità e i termini per poter godere del beneficio della riammissione, rimandiamo alla consultazione della Circolare reperibile attraverso il presente link.


Related Articles

Requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnica: devono essere proporzionali alle caratteristiche tecniche del servizio richiesto

Nella Delibera n. 9 dell’8 gennaio 2016 dell’Anac, la questione controversa riguarda l’illegittimità delle previsioni di un bando di gara

Comunicazione dell’ammontare dello stock debiti commerciali residui al 31 dicembre 2018: indicazioni dall’Anci in caso di anomalie nei valori

Con il Comunicato 23 aprile 2019, l’Anci ha reso noto che continuano a pervenire dai Comuni numerosi segnali di allarme

Entrate tributarie: in crescita dell’1,6% quelle dei primi 7 mesi del 2017

  Con Comunicato-stampa n. 149 del 5 settembre 2017, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noti i dati