Contributi concessi a terzi dalle Società “in house”: opportuno che l’Ente Locali vigili sugli stessi

Contributi concessi a terzi dalle Società “in house”: opportuno che l’Ente Locali vigili sugli stessi

Nella Delibera n. 223 del 26 luglio 2018 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sulle facoltà, per le Società interamente partecipate dalle Pubbliche Amministrazioni e per quelle operanti in regime di “in house providing”, di procedere alla concessione di contributi a soggetti terzi, finalizzati al sostegno di iniziative ed attività connesse e coerenti con la mission e l’oggetto della Società erogante o, comunque, coerenti con quelle istituzionali del Socio Comune. In particolare, viene chiesto se, per tali ultime erogazioni, sia necessario e/o ammissibile un preventivo “nulla-osta” da parte dell’Ente controllante, in un’ottica di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Convenzioni per acquisizione di lavori: devono stabilire chi gestisce obblighi informativi e rapporti con appaltatori in caso di contenzioso

Il miglior raccordo tra le Amministrazioni coinvolte nelle diverse fasi del medesimo procedimento di aggiudicazione per definire le modalità di

“Covid-19”: in arrivo 40 miliardi con il “Decreto Sostegni-bis” come risposta alla crisi pandemica

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco, ha

Compensi spettanti ai componenti del Collegio dei Revisori dei conti

Corte dei conti Lombardia, Delibera n. 26 del 26 gennaio 2015 Il parere in esame riguarda la materia dei compensi

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.