Contributi concessi a terzi dalle Società “in house”: opportuno che l’Ente Locali vigili sugli stessi

Nella Delibera n. 223 del 26 luglio 2018 della Corte dei conti Lombardia, viene chiesto un parere sulle facoltà, per le Società interamente partecipate dalle Pubbliche Amministrazioni e per quelle operanti in regime di “in house providing”, di procedere alla concessione di contributi a soggetti terzi, finalizzati al sostegno di iniziative ed attività connesse e coerenti con la mission e l’oggetto della Società erogante o, comunque, coerenti con quelle istituzionali del Socio Comune. In particolare, viene chiesto se, per tali ultime erogazioni, sia necessario e/o ammissibile un preventivo “nulla-osta” da parte dell’Ente controllante, in un’ottica di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.