Corretta gestione della spesa pubblica: incostituzionale il blocco delle assunzioni nelle P.A. troppo lente nei pagamenti ai fornitori

Corretta gestione della spesa pubblica: incostituzionale il blocco delle assunzioni nelle P.A. troppo lente nei pagamenti ai fornitori

Nella Sentenza n. 272 del 22 dicembre 2015 la Corte Costituzionale, accogliendo il ricorso della Regione Veneto, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 41, comma 2, del Dl. n. 66/14 convertito con Legge n. 89/14, in base al quale le Amministrazioni pubbliche, esclusi gli Enti del Servizio sanitario nazionale ma comprese le Regioni, che registrano tempi medi nei pagamenti superiori a 90 giorni nel 2014 e a 60 giorni a decorrere dal 2015, rispetto a quanto disposto dal Dlgs. n. 231/02, nell’anno successivo a quello di riferimento non possono procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo.

In particolare la Regione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Elezioni per il rinnovo del Consiglio: fino a quando è possibile deliberare le variazioni di bilancio e la salvaguardia degli equilibri?

Il testo del quesito: “Dopo la pubblicazione del Decreto di indizione dei comizi elettorali per il rinnovo del Consiglio comunale,

“Fondo Sport e Periferie”: in Gazzetta Ufficiale le modalità di gestione delle risorse per contrastare degrado e squilibri sociali

Ricognizione di impianti sportivi esistenti su tutto il territorio nazionale, realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi finalizzati all’attività agonistica localizzati

“Riforma Madia”: in G.U. il Decreto “correttivo” al “Tusp” in materia di Società a partecipazione pubblica

È stato pubblicato nella G.U. n. 147 del 26 giugno 2017 il Decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 100, concernente