“Covid-19”: nuove misure per il pagamento delle prestazioni previdenziali e per la fruizione delle ferie per la Protezione civile

Sulla G.U. n. 305 del 24 dicembre 2021 è stata pubblicata l’Ordinanza 17 dicembre 2021 della Presidenza del Consiglio dei ministri relativa ad ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza epidemiologica.

In particolare, allo scopo di consentire a Poste italiane S.p.a. la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Inps in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, è anticipato dal 27 dicembre 2021 al 3 gennaio 2022.

Inoltre, in relazione alle particolari condizioni di prolungato e gravoso impegno in ragione delle maggiori esigenze connesse al contesto emergenziale in rassegna, il personale in servizio presso il Dipartimento della Protezione civile che, al 31 dicembre 2021, non ha potuto fruire delle ferie maturate, dovrà fruirne in periodi compatibili con le oggettive esigenze di servizio e comunque entro il 31 dicembre 2022.