“Covid-19”: pubblicato il Dl. n. 139/2021 relativo a riaperture, accesso a Eventi pubblici e Musei e protezione dei dati personali

“Covid-19”: pubblicato il Dl. n. 139/2021 relativo a riaperture, accesso a Eventi pubblici e Musei e protezione dei dati personali

Sulla G.U. n. 241 dell’8 ottobre 2021 è stato pubblicato il Dl. n. 139/2021, recante “Disposizioni urgenti per l’accesso alle attività culturali, sportive e ricreative, nonché per l’organizzazione di Pubbliche Amministrazioni e in materia di protezione dei dati personali”.

Di seguito si riportano le norme di maggiore interesse per gli Enti Locali e lo Società pubbliche.

Art. 1 – Disposizioni urgenti in materia di spettacoli aperti al pubblico, di Eventi e competizioni sportivi e di Discoteche

In “zona gialla”, gli Spettacoli aperti al pubblico in Sale teatrali, Sale da concerto, Sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale, e l’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di “Green pass”.

In “zona gialla”, la capienza consentita non può essere superiore al 50%. In “zona bianca”, la capienza consentita è pari a quella massima autorizzata. Per gli Spettacoli all’aperto, quando il pubblico, anche solo in parte, vi accede senza posti a sedere preassegnati e senza limiti massimi di capienza autorizzati, gli organizzatori producono all’autorità competente ad autorizzare l’Evento anche la documentazione concernente le misure adottate per la prevenzione della diffusione del contagio da “Covid-19”.

In “zona bianca”, le attività che abbiano luogo in Sale da ballo, Discoteche e locali assimilati sono consentite nel rispetto di Protocolli e Linee-guida adottati ai sensi dell’art. 1, comma 14, del Dl. n. 33/2020. L’accesso è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di “Green pass” e la capienza non può comunque essere superiore al 75% all’aperto e al 50% al chiuso dove devono essere presenti impianti di aerazione senza ricircolo dell’aria.

Art. 2 – Disposizioni urgenti in materia di Musei e altri Istituti e Luoghi della cultura 

Dall’11 ottobre 2021, non è necessario rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro nei Luoghi della cultura e Musei.

Art. 3 Disposizioni urgenti in materia di verifica del possesso delle Certificazioni verdi “Covid-19” nei Settori pubblico e privato 

In caso di richiesta da parte del datore di lavoro, i dipendenti sono tenuti a rendere le Comunicazioni di cui al comma 6, dell’art. 9-quinquies, e al comma 6, dell’art. 9-septies, della Legge n. 87/2021 con un preavviso necessario a soddisfare le predette esigenze organizzative.

Art. 7 – Incremento della dotazione del “Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo” 

Per far fronte alle eccezionali esigenze di accoglienza dei richiedenti asilo, in conseguenza della crisi politica in atto in Afghanistan e consentire l’attivazione di 3.000 nuovi posti nel “Sistema di accoglienza e integrazione” (“Sai”), la dotazione del “Fondo nazionale per le politiche e per i servizi dell’asilo” è incrementata di Euro 11.335.320 per l’anno 2021 e di Euro 44.971.650 per ciascuno degli anni 2022 e 2023. 

Art. 9 – Disposizioni in materia di protezione dei dati personali

Il trattamento dei dati personali da parte della P.A. nonché da parte di Società a controllo pubblico statale, con esclusione per le Società pubbliche che svolgono l’attività in regime di libero mercato, è sempre consentito se necessario per l’adempimento di un compito svolto nel pubblico interesse o per l’esercizio di pubblici poteri a essa attribuiti.

La finalità del trattamento è indicata dall’Ente in coerenza al compito svolto o al potere esercitato, assicurando adeguata pubblicità all’identità del titolare del trattamento, alle finalità del trattamento e fornendo ogni altra informazione necessaria ad assicurare un trattamento corretto e trasparente.

Dai 14 anni in avanti, chiunque abbia fondato motivo di ritenere che immagini o video a contenuto sessualmente esplicito che lo riguardano e destinati a rimanere privati, siano stati oggetto di invio o pubblicazione senza il suo consenso, può rivolgersi al Garante il quale, entro 48 ore, provvede ai sensi dell’art. 58 del Regolamento Ue 2016/679 e degli art. 143 e 144. 

Quando le immagini o i video riguardano minori, la richiesta al Garante può essere effettuata anche dai genitori o dagli esercenti la responsabilità genitoriale o la tutela. 

Infine, i pareri del Garante per la protezione dei dati personali richiesti per riforme, misure e progetti del “Pnrr” sono resi nel termine non prorogabile di 30 giorni dalla richiesta. Decorsa tale tempistica, si può procedere indipendentemente dall’acquisizione del parere. 


Related Articles

Fattura elettronica: disponibile la Guida dell’Agenzia delle Entrate con le nuove regole obbligatorie dal 1° gennaio 2021

L’Agenzia delle Entrate, in data 23 novembre 2020, ha reso disponibile per gli operatori la Guida alla compilazione della fattura

Il parere della Corte sulle spese di viaggio sostenute da Sindaco e Assessori

Nella Delibera n. 191 del 14 ottobre 2014 della Corte dei conti Toscana, pubblicata ieri, un Comune chiede: 1)         se

Ici: la Cassazione interviene sulla qualificazione di area edificabile di un terreno inserito in uno strumento di pianificazione generale

Nella Sentenza n. 18008 del 14 settembre 2016 della Corte di Cassazione, la controversia concerne l’impugnazione, da parte del contribuente,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.