Crediti d’imposta per botteghe e negozi e per canoni di locazione ed affitto d’azienda: il Provvedimento che disciplina la cessione

Crediti d’imposta per botteghe e negozi e per canoni di locazione ed affitto d’azienda: il Provvedimento che disciplina la cessione

Con il Provvedimento 1° luglio 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le Istruzioni agli operatori che intendono cedere a terzi alcune tipologie di crediti d’imposta, secondo quanto previsto dal Dl. n. 34/2020, (c.d. “Decreto Rilancio”, vedi Entilocalinews n. 21 del 25 maggio 2020), a seguito dell’emergenza epidemiologica da “Covid-19”.

In particolare, il Provvedimento riguarda:

a) il credito d’imposta per botteghe e negozi, di cui all’art. 65 del Dl. n. 18/2020, convertito con modificazioni dalla Legge n. 27/2020 (c.d. “Cura Italia”;

b) il credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, di cui all’art. 28 del Dl. n. 34/2020.

Con successivi Provvedimenti saranno definite le modalità per la comunicazione delle cessioni dei crediti d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro e per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui, rispettivamente, agli artt. 120 e 125 del Dl. n. 34/2020.

Il Provvedimento in commento approva il Modello che i beneficiari del credito d’imposta per botteghe e negozi (introdotto da Dl. n. 18/2020) e di quello per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda (previsto dal Dl. n. 34/2020) dovranno utilizzare per comunicare, a partire dal prossimo 13 luglio e fino al 31 dicembre 2021, l’opzione della cessione del credito.

Il Modello andrà inviato tramite un’apposita funzionalità nell’Area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Un successivo Provvedimento delle Entrate definirà le modalità per l’invio della comunicazione anche attraverso un intermediario.

All’interno della comunicazione devono essere specificati alcuni dati, tra cui, oltre i Codici fiscali di cedente e cessionari, la tipologia del credito d’imposta ceduto, l’ammontare del credito maturato e della quota ceduta, specificando l’importo ceduto a ciascun cessionario, gli estremi di registrazione del contratto e la data di cessione del credito.

Tramite la propria Area autenticata all’interno del sito dell’Agenzia, i soggetti che hanno ricevuto il credito, anche Istituti di credito e altri Intermediari finanziari, comunicano l’accettazione.

Dal giorno lavorativo successivo alla comunicazione della cessione, possono quindi utilizzare il credito in compensazione tramite Modello “F24” o cederlo a loro volta ad altri soggetti entro il 31 dicembre dell’anno in cui è stata comunicata la cessione.

Oltre questo termine, la quota non compensata non potrà essere utilizzata negli anni successivi, né essere richiesta a rimborso o ulteriormente ceduta.


Related Articles

Processo amministrativo: discussione da remoto

Consiglio di Stato, Sentenza n. 24 del 15 gennaio 2021 Nella situazione in oggetto, i Giudici rilevano che l’opposizione alla

Pensioni: l’importo medio mensile di quelle dei dipendenti pubblici è 1.828,27 Euro

L’importo medio mensile delle pensioni degli iscritti alla “Gestione dipendenti pubblici” è pari a 1.828,27 Euro.A renderlo noto è l’Inps,

“Nuovi minimi”: pubblicata una Circolare con i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sul nuovo regime forfettario

Con la Circolare n. 10/E del 4 aprile 2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito specifiche tecniche circa l’applicazione del nuovo

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.